Francia: Nutella il nome della figlia, lo Stato si oppone

Tribunale di Valenciennes dice no a Nutella come nome di una bambina. A Raismes, bocciato pure il nome Fragola.

Nutella

Volevano chiamare la figlia Nutella, ma lo Stato francese si è opposto alla richiesta dei genitori della piccola. O meglio: è stato il tribunale di Valenciennes a dire no perché "il nome Nutella potrebbe attrarre scherno e osservazioni sgarbate". Stesse motivazioni per un'altra coppia che aveva deciso di dare alla figlia il nome "Fraise", ossia Fragola.

Andiamo con ordine. La prima coppia va a registrare in Comune il nome della figlia. E' Nutella. L'ufficiale dello stato civile si dimostra scettico e cerca di far cambiare idea ai genitori. Niente da fare. Contatta allora la procura della Repubblica che presenta il caso al Tribunale di Valenciennes. Quest'ultimo, con una sentenza, stabilisce che il nome scelto "è contrario agli interessi del bambino".

La bimba viene quindi ribattezzata "Ella", che suona simile, ma certo non ha la dolcezza della crema di cioccolato più famosa al mondo. I genitori, al momento della lettura della sentenza, avevano disertato l'aula del tribunale. Un'altra coppia, sempre in Francia ma questa volta residente a Raismes, sceglie un altro nome originale per la neonata: Fragola.

La corte non ci sta. Anche questo nome, infatti, potrebbe diventare una presa in giro per la bambina. I genitori, che erano presenti in aula, decidono allora di optare per "Fraisine", che vuol dire Fragolina, ma che è un nome antico, che risale al 19 esimo secolo. In Francia, c'è libertà sulla scelta dei nomi, ma se al momento della registrazione dell'atto di nascita, questi risulti "in contrasto con l'interesse del bambino", il funzionario comunale può informare il procuratore.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO