Libia: attacco jihadista al giacimento Total, rapito un operaio, ma la società smentisce

Uomini armati hanno assaltato l'area petrolifera di al-Mabrook, nel centro del Paese. Un operaio francese rapito, altri uccisi

12:51 - Notizie discordanti sul rapimento dell'operaio francese. Inizialmente i media libici hanno parlato del sequestro di un tecnico francese, dipendente della società petrolifera Total. Dall'altra è arrivata la smentita del portavoce della Total, Mohammed el Harari, che nega il rapimento e precisa che tutto il personale è stato da tempo evacuato.

Al momento resta l'ipotesi che i jihadisti abbiano rapito una guardia del sito che dipende dall'esercito e quindi non è legata alla compagnia petrolifera francese.

12:43- Una fonte diplomatica francese ha affermato che le vittime dell'attacco - quattro in tutto - sarebbero tutte di nazionalità libica.

Un attacco al giacimento petrolifero del gruppo francese Total da parte di jihadisti di Ansar al Sharia, formazione alleata dell'Isis.


E' quanto appena avvenuto nella regione di Al Jafra, a sud della città di Sirte, in Libia. Fonti militari e di sicurezza riferiscono che durante l'attacco sono stati "uccisi diversi operai" e rapito un dipendente francese.

Secondo l'agenzia di stampa Reuters, uomini armati hanno assaltato l'area petrolifera di al-Mabrook, nel centro del Paese. Lo ha reso noto il portavoce della compagnia petrolifera statale National Oil Corp (Noc). L'area è gestita da Noc e dalla francese Total, ed è stata chiusa quando il porto petrolifero Es Sider è stato chiuso a dicembre a causa di scontri tra ribelli e forze governative per il controllo della produzione di greggio.

Non è ancora chiaro nè il numero definito delle vittime nè la loro nazionalità.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO