Maltempo, weekend 7-8 febbraio: migliora la situazione su gran parte dell'Italia

Il ciclone Big Snow colpisce l'Italia. Disagi in autostrada e sulla rete ferroviaria. Scuole chiuse in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e in Toscana. Allerta per il weekend.

15.50 - Le conseguenze del maltempo in Emilia Romagna continuano ad essere pesantissime, con oltre 80 mila persone senza elettricità tra le province di Bologna, Reggio Emilia e Modena. La denuncia arriva da Paola Gazzolo, assessore regionale alla Protezione civile:

continuano i problemi con le utenze Enel. Attualmente 5.000 utenti in Romagna e 80.000 in tutta la Regione non hanno luce e quindi riscaldamento.

La Protezione Civile di Modena, tra le province più colpite in Emilia Romagna, ha deciso oggi di aprire, proprio alla luce dei danni e dei disagi provocati dal maltempo, nuovi presidi in molti comuni della zona - Carpi, Castelnuovo Rangone, Castelvetro, Nonantola, Pavullo, Prignano, Savignano sul Panaro, Serramazzoni e Vignola - e di lasciare aperti quelli allestiti nella giornata di ieri a Castelfranco Emilia, Palagano e Polinago.

12.25 - La regione più colpita dal maltempo resta l’Emilia Romagna, dove anche oggi resta attiva l’allerta della Protezione Civile nella zona occidentale della regione per neve, criticità idrogeologica e idraulica. Le zone coinvolte sono quelle di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza. L’allerta, nonostante i miglioramenti registrati in queste ultime ore, resterà in vigore fino alla mezzanotte di domani, domenica 8 febbraio.

La conta dei danni, intanto, è già cominciata e oggi, dopo una prima ricognizione, la Regione si prepara a chiedere lo stato di emergenza nazionale. E’ quanto è stato stabilito ieri durante l’incontro convocato dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini nella sede del Comune di Ravenna:

Il presidente Stefano Bonaccini con gli assessori regionali alla Protezione civile Paola Gazzolo, al Bilancio Emma Petitti, al Turismo Andrea Corsini, il sottosegretario Andrea Rossi e il direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile Maurizio Mainetti, hanno incontrato i presidenti delle Province e dei Comuni capoluogo della costa particolarmente colpiti dal maltempo e dagli allagamenti. Il presidente ha stabilito di mettere a disposizione fondi per 2,5 milioni di euro per far fronte alle emergenze prioritarie e di chiedere lo stato di emergenza al Governo, non appena i territori interessati avranno comunicato alle Province i danni stimati.

Sabato 7 febbraio 2015 - L’ondata di maltempo si va via via affievolendo da nord al centro-sud. E’ Austostrade.it ad aggiornare sulla situazione delle strade italiane, mentre i bollettini della Protezione Civile Nazionale restano fermi al tardo pomeriggio di ieri:

Al momento non si registrano precipitazioni nevose sulla rete di Autostrade per l'Italia .
Sui tratti non gestiti da Autostrade per l'Italia sono in atto intense nevicate sulla A24 Roma-Teramo tra Torano e Teramo, dove per agevolare le operazioni dei mezzi antineve e' in atto il divieto temporaneo di transito ai mezzi pesanti con peso superiore alle 7,5 tonnellate.
Consigliamo di mettersi in viaggio solo se equipaggiati di pneumatici invernali o, in alternativa, muniti di catene a bordo, che in ogni caso devono essere sempre montate in Area di Servizio, Area di Parcheggio o piazzola di sosta.
È inoltre fondamentale informarsi prima di mettersi in viaggio sulla situazione meteo e di viabilità.

Il bollettino è delle 9.22 di oggi. Trenitalia, invece, conferma i disagi in Emilia Romagna per la giornata odierna:

Squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana lavoreranno durante la notte per consentire il completo ripristino delle linee Bologna - Porretta, Carpi - Mantova e Fidenza - Cremona, con obiettivo di riapertura nella mattina di domani.
Per garantire il servizio Trenitalia ha attivato precauzionalmente, a partire da domani mattina, un servizio sostitutivo con autobus, che rimarrà operativo fino al completamento dei lavori.
Confermata inoltre, sulla base delle ultime previsioni metereologiche, la sospensione dei collegamenti a corto raggio fra Bologna e San Benedetto Val di Sambro e fra Bologna e Parma.

E in Toscana:

Previste nel corso della mattinata di sabato 7 febbraio la riattivazione del secondo binario, tra Grizzana e Monzuno, sulla linea Bologna - Prato. E la riattivazione della linea Faentina, tra Faenza e Borgo San Lorenzo. Regolare la circolazione tra Borgo San Lorenzo e Firenze (via Vaglia e via Pontassieve).
Confermato il piano di emergenza grave sulla linea ferroviaria Porrettana, tra Pistoia e Porretta Terme che prevede anche per tutta la giornata di domani la sospensione del traffico ferroviario. Rimarrà quindi attivo il servizio con autobus sostitutivi che sarà effettuato compatibilmente con la praticabilità delle strade. La programmazione potrebbe variare in base agli allerta meteo diramati dalla Protezione Civile.

Il 7 febbraio scuole chiuse in Emilia Romagna

Anche oggi molte scuole resteranno chiuse. Questi i comuni che ad oggi hanno confermato la chiusura delle strutture scolastiche:


  • Parma

  • Reggio Emilia

  • Ravenna

  • Luzzara

  • Correggio

  • Guastalla

  • Brescello

  • Boretto

  • Poviglio

  • San Martino in Rio

  • Baiso

  • Casina

  • Carpineti

  • Toano

  • Villa Minozzo

  • Viano

  • Novellara

  • Casalgrande

  • San Lazzaro di Savena

  • Albinea

  • Scandiano

  • Vignola

  • Fiorano Modenese

  • Castelnuovo

  • Montale

  • Sassuolo

E' ancora allerta meteo su gran parte dell'Italia

20:45 - La Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteo su gran parte dell'Italia: oggi e domani criticità rossa in Emilia Romagna, arancione nelle Marche, in Abruzzo e nei bacini meridionali della Basilicata. In particolare sull'Abruzzo si prevedono precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale e quota neve fino a 400-500 metri.

17:10 - Il maltempo imperversa ancora sull'Italia, anche se in alcune zone la situazione è migliorata. Intanto Maurizio Lupi, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha chiesto alla Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali una relazione dettagliata sulla chiusura di alcuni tratti di autostrada a causa delle nevicate.

Per quanto riguarda i treni, Ferrovie dello Stato ha fatto sapere che i ritardi durante la giornata sono andati via via diminuendo, ma non sono ancora completamente spariti.

Si registrano anche dei fatti di cronaca: tre anziani sono morti per attacco cardiaco mentre spalavano la neve nel Bresciano e il 118 ha ricevuto la chiamata di altre cinque persone che sono state colte da malore. Otto persone hanno dovuto chiedere l'aiuto dei carabinieri e dei vigili del guaco perché si erano avventurate sulle strade dell'Appennino tra Bologna e Firenze ritrovandosi in una bufera e sono rimasti bloccati. Ora stanno tutti bene.

Ad Ancona, invece, è caduto un blocco della diga di contenimento a mare della Fincantieri a causa della pioggia che ha ingrossato il mare e altri tre blocchi si sono spostati. 100 operati sono stati evacuati.

A Lido di Savio, sulla riviera ravennate, sono servizi i mezzi anfibi dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza alcuni residenti che si trovavano in difficoltà a causa del forte vento e delle mareggiate.

Venerdì 6 febbraio 2015 - Il ciclone Big Snow continua a colpire il nostro paese. Ancora questa mattina si sono registrate intense nevicate sul tratto appenninico dell'Autosole. Le neve è caduta in maniera più copiosa tra Milano e Calenzano, sulla A14 Bologna-Taranto tra Bologna e Forlì, su tutta la Diramazione per Ravenna, sulla A13 Bologna-Padova tra Bologna e Ferrara nord e su tutto il nodo autostradale cittadino. Nevicate più deboli ci sono state su A4, A9, A8 e A26, (tra Lombardia e Piemonte).

Come era già avvenuto ieri, per agevolare le operazioni dei mezzi antineve, è stato previsto un divieto temporaneo di transito per camion e tir con massa superiore a 7,5 tonnellate, sulla A1 in direzione di Firenze tra Fiorenzuola e Rioveggio, in direzione Milano tra Firenze Scandicci e Sasso Marconi e tra Modena nord e Parma, sulla A13 Bologna-Padova, tra Ferrara nord ed il bivio con la A14 e sulla A14 tra Pesaro ed il bivio con la A1.

Tuttavia la coda dei tir, formatasi dopo lo stop temporaneo per i mezzi oltre le 7,5 tonnellate, va diminuendo: ieri era di 11 chilometri, in questo momento di un chilometro.

La situazione dei treni, per ora, non è critica, ma potrebbero esserci comunque disagi. Soprattutto per quanto riguarda i treni regionali, che potrebbero subire ritardi fino a 60 minuti. In una nota, Fs aggiunge che ci sono alcune "difficoltà anche per la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza e per i treni ad alta velocità, che viaggiano al momento con riduzione di velocità. Possibili pertanto ritardi, anche consistenti, e riduzione dell’offerta di collegamenti. La circolazione è fortemente rallentata anche in Lombardia, con interruzioni di circolazione sulla Milano-Chiasso e sulla Milano-Gallarate".

Il 6 febbraio scuole chiuse in Lombardia, Piemonte, Emilia e Toscana


Giovedì 5 febbraio 2015

17.56 - Scuole chiuse anche in Lombardia, nella provincia di Bergamo. Ecco l'elenco:


    Covo
    Calcio
    Sarnico
    Gandosso
    Caravaggio
    Romano di Lombardia
    Credaro,
    Adrara San Rocco
    Adrara San Martino
    Villongo
    Foresto Sparso
    Viadanica

Scuole chiuse per maltempo il 6 febbraio: Piemonte

16.57 - Scuole chiuse anche in Piemonte: oltre a Cuneo non si andrà a scuola domani (venerdì 6 febbraio) anche a Borgo San Dalmazzo, Alba e Mondovì.

Scuole chiuse per maltempo il 6 febbraio: Emilia Romagna

14.59 - Si allunga l'elenco delle scuole chiuse in Emilia Romagna: Frassinoro, Fanano, Fiumalbo, Lama Mocogno, Palagano, Pievepelago, Savignano sul Panaro, Riolunato, Pavullo, Serramazzoni, Montecreto, Zocca e Montese. La chiusura delle scuole è stata decisa anche a Toano, Viano, Baiso, Casina, Villa Minozzo, Vetto e Carpineti (Emilia Romagna)

13.04 - Scuole chiuse a Cuneo il 6 e 7 febbraio per l'ondata di maltempo che si sta abbattendo sulla penisola. Nella città piemontese, in effetti, è previsto fino a un metro di neve: a decidere della chiusura delle scuole è stato il sindaco, Federico Borgna, a causa delle forti nevicate che stanno interessando tutto il sud del Piemonte, con notevoli criticità alla viabilità. Sospese anche tutte le attività sportive previste nelle palestre in orario extra scolastico; le strutture scolastiche rimarranno aperte esclusivamente per attività di segreteria.

12:53 - Le condizioni meteorologiche avverse stanno seriamente disturbando la circolazione sulle autostrade italiane. Sta nevicando in tutto il nord Italia, in modo particolare sull'A1 nel tratto appenninico tra Sasso Marconi e Barberino di Mugello dove l'allerta meteo cesserà solo alle ore 12 di venerdì. Anche in Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto sta nevicando e per questo Autostrade ha stabilito in diversi tratti un divieto temporaneo di transito per i veicoli pesanti (sopra le 7,5 tonnellate) per consentire il lavoro dei mezzi spazzaneve.

Traffico Autostrade

Situazione meteo - Aggiornato al 05/02/2015 ore 12:26 da Autostrade.it

Nevica intensamente sulla A1 Milano-Napoli tra Sasso Marconi e Barberino di Mugello e sulla A26 Genova-Gravellona Toce tra Vercelli est ed il bivio con la A4. Deboli nevicate, sulla A1 tra Milano e Bologna, sulla A26 tra il bivio con la A21 ed il bivio con la Diramazione Gallarate-Gattico, su tutta la Diramazione Stroppiana--Santhià, sulla A9 Lainate-Como Chiasso tra il bivio con la A8 Milano-Varese e Chiasso, sulla A8 Milano-Varese tra il bivio con la A4 e Varese, sulla Diramazione Gallarate-Gattico tra il bivio con la A8 e Castelletto Ticino, sulla A13 Bologna-Padova tra Monselice ed il bivio con la A4 e sulla A23 Udine-Tarvisio tra Pontebba ed il Confine di Stato.
Per agevolare le operazioni dei mezzi antineve, è in atto il divieto temporaneo di transito per i veicoli pesanti con massa superiore a 7,5 tonnellate, sulla A1 in direzione di Firenze tra Milano sud e Barberino, in direzione di Bologna tra Chiusi e Rioveggio, su tutto il Raccordo di Casalecchio in direzione della A1 e sulla A14 tra il bivio con la Diramazione per Ravenna ed il bivio con la A1 verso Bologna. Gli stessi veicoli pesanti vengono momentaneamente fermati tra Modena nord e Modena sud in direzione Bologna, tra il bivio con la A14 e quello per Casalecchio verso Firenze, tra Firenze Scandicci e Firenze nord in direzione Bologna con 4 km di coda e verso Firenze tra Valdarno e Incisa con 11 km di coda e tra Chiusi e Valdichiana 2 km di coda e sulla A14 tra Faenza ed il bivio per Ravenna, dove si registrano 5 km di coda, verso Bologna. Ripercussioni anche in A11 con code all'altezza dell'allacciamento con la A1 di 4 km verso Firenze.
I veicoli pesanti provenienti dal nord e diretti a sud, possono utilizzare i seguenti percorsi alternativi: per coloro che provengono da Milano utilizzare la A15 Parma-La Spezia poi la A12 e quindi la A11 Firenze-Pisa nord in direzione di Firenze e poi la A1 verso Roma, chi si trova all'altezza di Modena o Bologna può proseguire sulla A14 Bologna-Taranto in direzione Ancona, uscire a Cesena Nord ed immettersi sulla Statale E45 Orte-Ravenna fino ad Orte, percorso inverso per coloro che viaggiano in direzione nord. Inoltre i camion provenienti da Napoli e diretti a nord possono utilizzare la A24 Roma-Teramo ed immettersi poi sulla A14 Bologna-Taranto.
Sui tratti non gestiti da Autostrade per l'Italia, nevica debolmente su tutta la A6 Torino-Savona.
Autostrade per l'Italia consiglia di mettersi in viaggio solo se equipaggiati di pneumatici invernali o, in alternativa, muniti di catene a bordo, che in ogni caso devono essere sempre montate in Area di Servizio, Area di Parcheggio o piazzola di sosta.
È inoltre fondamentale informarsi prima di mettersi in viaggio sulla situazione meteo e di viabilità.

10.53 - Si segnalano treni cancellati in Piemonte e Liguria. Le linee sospese sarebbero 35 e la causa da ricercare nel ciclone Big Snow: 12 i treni cancellati sulla Genova-Acqui Terme e 23 sulla Savona-Torino e Savona-Alessandria. Le difficoltà riguardano però anche il centro, come ha avvisato in un comunicato Trenitalia:

La circolazione ferroviaria sospesa e tecnici al lavoro per ripristinare il corretto funzionamento della linea di alimentazione elettrica fra Tivoli e Avezzano, sulla linea FL2.
La circolazione è stata sospesa la mattina del 4 febbraio alle 5.00 per il cedimento di un traliccio, appesantito dalla neve, che ha parzialmente danneggiato l’elettrodotto dell’alta tensione di Rete Ferroviaria Italiana che eroga l’energia elettrica per la circolazione dei treni.
La mobilità sarà garantita per tutta la giornata, fra Tivoli ed Avezzano, con un servizio a spola di treni diesel. Inoltre, nelle fasce di punta pendolare sarà predisposto un servizio con bus sostitutivi fra Avezzano e Tivoli. Alcune corse con bus saranno dirette Avezzano – Roma, altre effettueranno fermate intermedie nelle principali stazioni della tratta.

Lo si attendeva da tempo, oggi è il giorno di Big Snow, il ciclone di origine atlantica che si sta abbattendo sull'Italia portando freddo, vento, neve (al nord) e pioggia (al sud). Inverno pieno e brutto tempo almeno fino al weekend, dopodiché il tempo dovrebbe iniziare a migliorare e anche le temperature dovrebbero salire di qualche grado.

Big Snow: neve al centro-nord

La neve sta già cadendo in Piemonte (dove a Cuneo è previsto fino a un metro di neve), nell'ovest della Lombardia e anche in Emilia occidentale. Colpita soprattutto la tratta della A1 tra Sasso Marconi e Barberino del Mugello, in quel tratto è stato chiuso l'accesso ai mezzi pesanti. Più leggera la situazione tra Liguria e Piemonte, mentre a Milano per il momento si registrano solo piogge. Pioggia che, però, dovrebbe tramutarsi in neve nel giro di poche ore: in Pianura Padana, soprattutto a ridosso dell'Appennino, entro domani dovrebbero cadere anche 30 centimetri di neve. Grosse difficoltà previste a Venezia, ma questa volta per la pioggia, che potrebbe allagare circa il 10% del centro storico con precipitazione di 135 centimetri.

Big Snow: forte pioggia al centro-sud

Temporali e rovesci sui settori tirrenici, anche molto importanti, e neve prevista solo sopra i 500-600 metri nel settore appenninico più nordico, mentre cadrà solo sopra i 700 metri su quello centrale. Ma il tempo è brutto anche al sud: la pioggia però non cadrà che sopra gli 800 metri di altezza.

Big Snow: le previsioni per i prossimi giorni

Domani ancora brutto tempo su tutta la penisola, la neve scenderà ancora, e anche a bassa quota, al nord. In serata il meteo inizia gradualmente a migliorare. Nella giornata di sabato il tempo inizia a cambiare, anche se saranno possibili altre nevicate al nord-ovest e in alcune zone interne del centro.

big snow maltempo italia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO