Libia: attentato kamikaze a Bengasi, due morti

Kamikaze si fa esplodere a Bengasi, in Libia: due le vittime, tra loro anche un bambino.

Bengasi

Attentato kamikaze a Bengasi, in Libia. Il primo bilancio, fornito dalla tv di stato egiziana, parla di due morti e almeno 20 feriti. Anche l'emittente al Arabiya, con un tweet, conferma il numero di vittime. La tv satellitare al Hadath, parla di una autobomba guidata da un attentatore suicida e cita soccorritori e responsabili militari locali.

"A quanto sembra, l'attentatore voleva colpire una vicina base militare, ma l'esplosione è avvenuta prima del tempo". Chi è arrivato sul posto ha detto alla tv libica che tra i morti ci sarebbe pure un bambino. Ieri, nel centro di Bengasi - seconda città della Libia per importanza - erano scoppiati violenti scontri tra le forze pro - governative e i miliziani islamisti.

Secondo il sito on line del quotidiano Al quds al Arabi, sette soldati sono morti e si sono registrati anche 25 feriti nei combattimenti, che sono proseguiti fino a tarda notte. Contrapposte le forze del generale Khalifa Haftar e le milizie jihadiste di Ansar al Sharia, i "Partigiani della legge islamica". Il porto di Bengasi è il principale terminal per l'importazione di prodotti alimentari nella parte orientale del Paese.

Secondo il giornale, negli scontri sono state utilizzate armi pesanti e missili. Colpiti interi quartieri nei pressi del porto, in particolare Sabri e Laithi. L'Isis, nonostante la guerra senza quartiere, starebbe inesorabilmente avanzando in Libia. L'allarme è stato rilanciato dall'ambasciatore libico in Arabia Saudita, Aref Ali Nayed, che ha chiesto alla comunità internazionale di tenere conto di questa minaccia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO