Scambio in culla vent’anni fa: maxi-risarcimento alle due famiglie

Le due famiglie coinvolte nello scambio in un ospedale di Cannes hanno ottenuto un risarcimento di 1,88 milioni di euro

Due famiglie francesi, i cui neonati furono scambiati alla nascita per un errore compiuto all’interno dell’ospedale in cui avevano partorito le loro madri hanno ottenuto un risarcimento di un milione e 880mila euro, una cifra sei volte più bassa di quella che era stata richiesta (12 milioni di euro).

In seguito alla sentenza del Tribunale di Grasse , la Clinique Internationale de Cannes (Clinica Jourdan) dovrà sborsare 400mila euro a ciascuna delle due ragazze scambiate in culla nel 1994, 300mila euro ai tre genitori coinvolti e 60mila euro per ciascun dei tre fratelli coinvolti.

Nel luglio 1994 Sophie Serrano diede alla luce la piccola Manon in una clinica di Cannes: la bimba, affetta da un problema di itterizia, fu messa in incubatrice dove fu scambiata con un’altra. Le madri espressero immediatamente i propri dubbi, notando la differente lunghezza dei capelli, ma le due neonate furono mandate ugualmente a casa.

Dieci anni dopo, il padre della piccola Manon Serrano chiese il test del Dna per sua figlia la quale oltre ad avere la pelle più scura, non aveva alcuna somiglianza con i genitori. In questo modo si scoprì che le due persone che avevano cresciuto Manon non erano i suoi genitori biologici.

Durante l’inchiesta emerse anche la causa dello scambio: al momento delle nascite vi erano tre bambini con l’itterizia, due bimbe e un bimbo. Essendo solamente due le incubatrici con le luci adatte, le due bimbe furono messe insieme ed è lì che avvenne lo scambio.

A 10 anni dai parti, quando la famiglia Serrano ha scoperto la verità sullo scambio di neonati, i genitori dei due nucleari familiari si sono conosciuti, ma nessuno dei due ha dato il via la processo per scambiare i rispettivi figli.

La seconda famiglia – originaria dell’Île de la Reunion – ha preferito mantenere l’anonimato.

Manon ha ricordato l’incontro fra le due famiglie:

Si è trattato di un momento molto sconcertante, molto bizzarro. Ci si ritrova davanti una donna che è biologicamente la propria madre e che è una sconosciuta.

FRANCE-JUSTICE-FAMILY-TRIAL

Via | Le Monde

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO