Hayat Boumeddiene sarebbe nello Stato Islamico, lo rivela un magazine dell'Isis

La rivista dello Stato Islamico Dar al Islam intervista la vedova di Coulibaly. Ma ci sono dubbi sulla veridicità.

Si sospettava fin dall'inizio che Hayat Boumeddiene fosse fuggito in Siria nei giorni appena precedenti l'attentato al supermercato kosher di Parigi da parte di suo marito, Amedy Coulibaly, ucciso nell'intervento delle teste di cuoio. Ora un ulteriore indizia viene dall'intervista che la ragazza avrebbe rilasciato a Dar al Islam, un magazine in lingua francese considerato un organo ufficiale dell'Isis. La ragazza, stando a quanto è scritto, sarebbe arrivato nello Stato Islamico, ma non ci sono foto o altre prove che possano confermare quanto affermato.

Nelle due pagine di domande e risposte fa sapere della sua volontà di andare a combattere in Siria o in Iraq e afferma di non aver incontrato nessuna difficoltà a raggiungere i territori dell'Isis, sui quali è ben felice di trovarsi. Non specifica però nessun dettaglio sul suo ruolo negli attentati di Parigi, il che fa ulteriormente dubitare della veridicità del tutto.

L'intervista è stata pubblicata anche in inglese su Dabiq, il magazine più noto della galassia mediatica dell'Isis, e contiene una lunga parte in cui la ragazza di 26 anni si sofferma sui comportamenti che devono tenere le donne musulmane, chiedendo loro di approfondire gli aspetti della loro religione.

Il nuovo numero della rivista è intitolato "Possa Allah maledire la Francia" e reca in copertina la Torre Eiffel in fiamme circondata da forze di sicurezza, mostrando anche numerose immagini dei momenti successivi agli attentati di Parigi chiedendo che i sostenitori dello Stato Islamico mettano in atto altri attacchi contro coloro i quali "insultano il profeta".

La notizia che Coulibaly potrebbe trovarsi nello Stato Islamico complica ovviamente le sue ricerche, anche se tutto è ancora da confermare; una ricerca che era ormai diventata globale dopo che si era riusciti a ricostruire i suoi movimenti: Boumeddiene sarebbe giunta in Siria dopo essere passato dalla Turchia, come dimostrano le immagini che l'hanno ripresa all'aeroporto di Istanbul.

Schermata 2015-02-12 alle 17.35.10

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO