Le prime pagine di oggi, domenica 15 febbraio

La rassegna stampa dei principali quotidiani italiani.

Le prime pagine di oggi, domenica 15 febbraio

La sparatoria di Copenhagen finisce sulle prime pagine di tutti i giornali, dei due morti uno sarebbe l'attentatore, anche se non ci sono conferme definitive sulla cosa. Sempre in tema di terrorismo, tiene banco anche la Libia, per le minacce a Gentiloni, per la possibilità che 5mila uomini vengano inviati a combattere la costola dello Stato Islamico nello stato e per l'avanzata verso Tripoli dei miliziani islamisti. In politica estera si continua anche a discutere di di Ucraina, con i timori che la tregua non regga. C'è spazio anche per parlare di politica interna, con gli strascichi della riforma delle banche popolari che, secondo alcune testate, potrebbero avere anche conseguenze giudiziarie.

Le prime pagine di oggi, domenica 15 febbraio

"Danimarca, spari all'autore delle vignette. Libia, l'Is minaccia 'il crociato Gentiloni'"; apre così la prima pagina di Repubblica, similmente a quanto fanno la quasi totalità dei quotidiani. La Stampa parla infatti di "Agguato al convegno sull'Islam: 'Volevano un altro Charlie Hebdo'"; più generico il titolo de Il Mattino: "Isis, nuovo attacco all'Europa". Il Messaggero si concentra invece su: "Libia, pronti 5mila uomini". Per Libero, invece, "L'Isis dichiara guerra all'Italia".

Alcuni quotidiani rimangono comunque sulla politica interna, tra questi Il Giornale: "Decreto Renzi, nuovi (grossi) guai", con cui il quotidiano di Sallusti lancia la notizia secondo la quale "anche i pm di Milano pronti a indagare su chi ha speculato sulla riforma delle Popolari".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO