Perugia: pescatore annega nel Trasimeno a Sant'Arcangelo

Un pescatore è annegato questa mattina nelle acque del Trasimeno, in provincia di Perugia.

Lago Trasimeno

Dramma a Sant'Arcangelo, in provincia di Perugia. Un canoista è annegato nel lago Trasimeno. Sono in corso le operazioni di recupero del corpo, si tratta di un pescatore della cooperativa di San Feliciano. Ancora incerte le cause della sciagura, ma tutto lascia pensare che sia stato un incidente a togliere la vita allo sportivo.

Il corpo è stato avvistato a poca distanza dal pontile vecchio di Sant'Arcangelo di Magione. Era in acqua, a una cinquantina di metri della canoa. L'allarme è stato dato alle 9.56 di questa mattina, con una telefonata ai vigili del fuoco da parte di un cittadino che voleva segnalare la presenza di un giubbotto che galleggiava e di una canoa rovesciata. Con l'aiuto della polizia provinciale, i vigili hanno raggiunto il natante e lì vicino hanno trovato il cadavere.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco di Perugia, anche i carabinieri, la polizia provinciale e i sanitari del 118. Secondo le prime informazioni, l'uomo di mezza età si sarebbe messo in barca questa mattina perché non risultano denunce di persone scomparse lunedì sera. Il corpo del pescatore galleggiava nello specchio d'acqua antistante il vocabolo "La Frusta".

Si pensa che all'origine della morte ci sia il forte vento di grecale, che martedì mattina soffiava sul lago e che avrebbe fatto ribaltare la canoa dell'uomo. Sarà comunque il medico legale ad appurare le cause precise del decesso. I vigili del fuoco hanno effettuato le operazioni di recupero grazie a un gommone, i carabinieri da terra hanno coordinato il recupero della salma.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO