Sudafrica, incendio in una miniera d'oro

486 minatori intrappolati a 2300 metri sottoterra in Sudafrica: terminate le operazioni di soccorso, tutti salvi

Circa 500 minatori sono rimasti intrappolati in una miniera d'oro in Sudafrica, nei pressi di Carletonville (80km da Johannesburg): l'incendio, esploso e sviluppatosi a 2300m di profondità, ha interessato una miniera di proprietà della Harmony Gold Mining Company Limited, che ha reso noto anche la notizia.

L'incendio all'origine del disastro si sarebbe sviluppato sotto la superficie durante lavori di mantenimento dell'impianto di areazione.

I lavoratori presenti, precisamente 486, sono stati tutti tratti in salvo: 389 minatori sono stati portati in salvo quasi subito dalla miniera Kusasalethu, ma per gli altri 287 la paura è stata tanta.

Per molto tempo infatti i lavoratori non sono riusciti a comunicare con l'esterno e con i soccorsi e si è pensato al peggio: in realtà sono tutti riusciti a mettersi in salvo in un rifugio antifuoco all'interno della miniera. Sono in corso le indagini per accertare la natura del disastro, per fortuna conclusosi con zero vittime.

Già nell'ottobre scorso la miniera Kusasalethu era stata al centro di aspre polemiche dopo che le autorità sudafricane avevano scoperto che nella miniera lavoravano oltre 100 lavoratori in nero e senza alcuna misura di sicurezza; un anno fa invece un altro incendio sviluppatosi all'interno della miniera aveva ucciso 9 minatori, il numero più alto nella storia della società.

SAFRICA-MINING-DISASTER

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO