Roma: arrestato membro dell'ETA

Carlos García Preciado, membro di spicco dell'ETA, è stato arrestato a Roma

Gli agenti anti terrorismo italiani, in collaborazione con la polizia e gli agenti spagnoli hanno arrestato Carlos García Preciado, membro di spicco dell'ETA, latitante dal 2000 e su cui pesava un mandato di arresto per terrorismo.

Carlos Garcìa Preciado, alias "Roberto", è stato fermato a Roma in possesso di documenti falsi. A confermare la notizia, un tweet ufficiale del Ministero degli Interni spagnolo.


 

Preciado era stato già arrestato nel 1997 ad Andoian, cittadina situata nella comunità autonoma dei Paesi Baschi, per aver appiccato un incendio presso una filiale della banca Caja Laboral: l'uomo, che allora militava nella organizzazione giovanile Jarrai, aveva lanciato molotov sull'edificio che era stato subito evacuato.
Nello stesso anno Preciado era stato accusato di terrorismo e condannato dal Tribunale a 16 anni di carcere per i numerosi atti di "violenza di strada" e per essere membro di un "gruppo Y" che era sorto dalle basi dell'ETA. L'uomo era però fuggito per evitare il carcere e da allora era latitante.

Nel frattempo erano arrivate altre condanne: nel luglio 2006 la Corte penale di Parigi lo aveva condannato a tre anni di carcere per il reato di appartenenza a un'organizzazione terroristica su territorio francese.
Con l'arresto nel 2001 a  Dax, in Francia, di un altro capo dell'ETA,  Asier Oyarzábal Chapartegui, detto "Baltza" erano emerse alcune fotografie che hanno portato all'identificazione di Preciado.

L'arresto, avvenuto stamattina a Roma, è il risultato di un'operazione congiunta e internazionale che ha portato all'arresto di numerosi uomini dell'organizzazione armata terroristica basco-nazionalista separatista in Belgio, Italia, Germania, Regno Unito, Francia, Messico, Venezuela e Brasile.

SPAIN-BASQUE-ETA-PRISONERS

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO