Boko Haram, nuova strage in Nigeria: decine di morti nel nordest

I miliziani uccidono oltre sessanta uomini in un piccolo villaggio prima di dargli fuoco. L'ultima strage di Boko Haram.

Non si arresta la furia assassina dei miliziani di Boko Haram, il gruppo jihadista nigeriano ha compiuto un nuovo raid in un villaggio nella zona nordorientale del paese, nella regione del Borno. La notizia è stata diffusa dal sito Sahara Reporters e secondo alcuni testimoni sarebbe oltre sessanta le vittime dell'attacco. Obbiettivo dei jihadisti il piccolo villaggio di Njaba nel distretto di Dambua, l'attacco sarebbe stato sferrato martedì ma solo oggi ne è stata data notizia. Sarebbero 68 le persone che hanno perso la vita, in seguito i miliziani avrebbero dato fuoco al villaggio.

È agghiacciante il racconto di una testimone, Fatima Abakar, reso telefonicamente ad un giornalista di Sahara Reporters. Secondo la donna soltanto gli uomini sarebbero stati obbiettivo del raid, senza distinzione di età, dai bambini agli anziani:

Più di 60 persone sono state uccise dai jihadisti, hanno ucciso i nostri mariti e i nostri ragazzi, abbandonando i cadaveri nelle strade. Sono arrivati nel nostro villaggio alle cinque e mezzo durante le preghiere del mattino, abbiamo iniziato a sentire colpi di arma da fuoco, poi è scoppiato il pandemonio, c'erano spari e confusione ovunque. Mi sono nascosta in un cespuglio e da allora non ho più visto mio marito e miei tre figli. Sono tornata nel villaggio nel pomeriggio, i cadaveri erano sparsi ovunque.

Kurri Bulama, un residente di Dambua, nell'attacco ha perso il padre. Dalle sue parole emerge l'impotenza contro questi gesti di estrema violenza, ma anche la denuncia per la mancata presenza di militari in questa zona remota del paese. Un altro testimone, Aminatu Mommodu, ha riferito a Reuters che molti corpi di uomini senza vita sono stati trovati nella moschea o appena fuori di essa, alcuni di questi avevano le gole tagliate.

La situazione nel nordest della Nigeria è totalmente fuori controllo al momento, i miliziani di Boko Haram hanno sconfinato anche nei paesi vicini. Cameroon, Ciad e Niger hanno mobilitato le loro truppe, a supporto di quelle nigeriane. La coalizione di questi quattro paesi nelle ultime settimane è riuscita a liberare molti villaggi, ma la strage di Njaba mostra chiaramente come Boko Haram sia ancora forte nella zona. Nel frattempo il gruppo jihadista sembra essersi evoluto anche da un punto di vista mediatico come dimostrano gli ultimi video diffusi, girati e montati con tecniche che ricordano da vicino quelle dell'Isis: è il caso del video della decapitazione di due spie di qualche giorno fa.

CHAD-NIGERIA-UNREST

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO