Caso Marò, la Corte suprema indiana vuole altro tempo: rinviata a luglio l'udienza

Nuovo rinvio per il caso Marò in India

Il tribunale speciale di New Delhi incaricato di esaminare l'incidente che ha coinvolto nel 2012 i fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone ha preso atto oggi che il caso è ancora all'esame della Corte suprema ed ha quindi citato nuovamente le parti per il prossimo 7 luglio 2015.

La notizia è stata riportata dall'Ansa ed ha immediatamente fatto il giro del Paese, visto che quello dei due fucilieri di marina è oramai un caso più politico che giuridico-istituzionale: secondo l'agenzia stampa il magistrato indiano Neena Bansal Krishnam ha avuto una breve discussione con i legali dei due militari italiani ed ha visionato, prima dell'udienza, l'ordine di sospensione degli atti processuali emesso dalla tempo fa dalla Corte suprema.

Un documento che dimostrerebbe come alla stessa Corte serva ancora del tempo per formulare le accuse e che si dovrà tenere conto di una fase di sospensione dell'attività legata alle ferie giudiziarie che andranno dal 17 maggio al 30 giugno. Secondo alcune fonti legali citate dal quotidiano laRepubblica si ipotizza che la prossima udienza dovrebbe essere fissata entro due-tre settimane a partire da oggi, prima cioè della scadenza dei tre mesi di ulteriore permanenza in Italia concessi al militare Massimiliano Latorre.

ITALY-INDIA-COURT-DIPLOMACY-CRIME

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO