La neve a Loreto fa crollare il tetto dello stabilimento Amadori uccidendo 17mila polli

Le coperture delle strutture interessante dal crollo sono in amianti, ma Amadori assicura di avere già accordi per lo smaltimento con un'azienda specializzata.

Tre capannoni della azienda di polli Amadori di Colle Cavaliere, a Loreto Aprutino, sono crollati a causa del peso della troppa neve caduta nei giorni scorsi. Le tre coperture in amianto, cadendo, hanno ucciso la metà dei polli dell'allevamento, ossia 17mila su 35mila che si trovavano nello stabilimento.

Fortunatamente tutto è successo di notte e dunque non c'erano i sette dipendenti che lavorano in quella struttura. Il crollo si è verificato una settimana fa, ma non è stato richiesto l'intervento né dei carabinieri né del sindaco Gabriele Starinieri, nonostante i danni siano stati gravi e la zona è stata chiusa a tutti i mezzi non autorizzati.

La notizia è stata diffusa all'ufficio stampa dell'Amadori che ha anche spiegato che è iniziato lo smaltimento dei 17mila animali morti con il controllo dell'ufficio veterinario della Asl locale, mentre i polli sopravvissuti sono stati portati in altri allevamenti della stessa azienda. L'operazione di trasferimento degli animali si è completata già un paio di giorni fa.

Le coperture dei tre capannoni erano in amianto, ma Amadori ha assicurato che erano in buono stato prima del crollo e che ora saranno smaltite come prevede la legge. Sono già stati presi accordi con un'azienda che è specializzata nello smaltimento dell'amianto che opererà secondo le normative vigenti.

Amadori ha anche rassicurato i dipendenti dell'allevamento di Colle Cavaliere dicendo loro che non perderanno il lavoro, ma per il momento saranno trasferiti in altri stabilimenti, fino a quando la struttura crollata non sarà adeguatamente recuperata.

Polli Amadori morti sotto crollo del tetto a Loreto

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO