Prime pagine di oggi, domenica 15 marzo 2015

La rassegna stampa delle prime pagine dei principali quotidiani in edicola oggi, domenica 15 marzo 2015

003corsera

Il tema cui viene riservato più spazio sulle prime pagine dei quotidiani di oggi, fatta qualche eccezione, è inevitabilmente l'ascesa politica di Maurizio Landini come alternativa di sinistra al segretario del PD Matteo Renzi.

Il quotidiano torinese LaStampa preferisce lasciare fuori Landini dalla prima pagina: di taglio alto il giornale del lingotto propone la cronaca dall'evento economico del forum di Cernobbio, parafrasando le parole ottimistiche di Padoan e Visco pronunciate ieri. Protagonista della prima pagina un reportage di Maurizio Molinari dal Libano: "Nei villaggi del Libano dove si aspetta l'Isis".

LaRepubblica è più "spietata" con il governo e in prima pagina apre con il titolone: "Scontro Landini-Renzi: 'Il Pd cancella i diritti' Lega, Tosi sfida Zaia", rimandando il lettore agli approfondimenti ed alla cronaca interna della giornata politica di ieri. Il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco è, a sinistra della prima pagina, il secondo tema principale del quotidiano del gruppo Espresso. Il Corriere della Sera titola riportando le parole del presidente di Confindustria Squinzi pronunciate ieri a Cernobbio: "L'Italia punti sulle imprese" è l'invito del numero uno degli industriali. A centropagina il quotidiano milanese propone "l'intervista perduta" a Catherine Deneuve e Angelo Panebianco firma un editoriale dal titolo decisamente di rottura e provocatorio: "Ma serve ancora votare?".

Libero titola su un tema molto caro ai suoi lettori: le tasse. "Renzi fa la cresta sui 730" è la denuncia del giornale diretto da Maurizio Belpietro, che attacca la dichiarazione precompilata varata dal governo, che non terrebbe conto delle detrazioni di imposta. Il vero protagonista di oggi su Libero è però il Papa: "Il giubileo è una benedizione per il Pil" è il titolo beneaugurante ed ottimistico (di questi tempi una rarità su queste pagine); a centropagina però il classico "stile Libero" torna protagonista: "Chi sta con lo sgozzatore" è il sobrio titolo che rimanda agli approfondimenti sul un caso di cronaca nera a Terni.

Il Giornale non segue l'attualità, almeno non come le altre testate, e titola l'ennesimo allarme sociale: "Vogliono mettere il burqa alla Rai". L'articolo si riferisce ad una richiesta dell'Unione delle Comunità Islamiche, che chiederebbe maggiori tutele e rappresentanza della religione islamica in Rai. A centropagina, con foto, lo scandalo: "Lo Stato vuole uccidere 67 daini".

Il Messaggero, attento per territorialità alle questioni romane, titola sul piano antiterrorismo del Giubileo: nel suo consueto editoriale domenicale Romano Prodi parla della tregua in Ucraina; a centropagina il giornale romano propone un'intervista al ministro dell'economia greca Varoufakis, ove si sprona l'Italia a seguire l'esempio di Atene, o a trarne almeno i giusti vantaggi, per quanto riguarda i rapporti con l'UE.

Il Fatto Quotidiano incorona oggi, con parole definitive, l'assunzione di Maurizio Landini al dorato mondo della politica: "E' Landini l'antirenzi" titola il giornale diretto da Marco Travaglio, che racconta la futura "Leopolda rossa". Anche il quotidiano comunista ilmanifesto racconta oggi l'ascesa di Maurizio Landini: "Il saldatore" è il titolo del giornale, che all'interno offre molto spazio alla preparazione della manifestazione del prossimo 21 marzo a Bologna.

Il Sole 24 Ore propone ai suoi lettori tutta la cronaca e le opinioni dal forum economico Ambrosetti a Cernobbio: "Visco, crescita oltre lo 0,5%. Padoan spinge sulle riforme".

Prime pagine di oggi, domenica 15 marzo 2015

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO