Frosinone: ordigno bellico, evacuate 6 mila persone a Fontana Liri

Dalle 8 di questa mattina sono state evacuate 6 mila persone a Fontana Liri, in provincia di Frosinone, per il disinnesco di un ordigno.

Sono 6 mila le persone evacuate a Fontana Liri, in provincia di Frosinone, per il disinnesco di un ordigno bellico da 300 chili, ritrovato in località Fonte Cupa. Alle 8 di questa mattina è risuonata la sirena che ha dato il via all'operazione. Sono impegnate decine di uomini tra forze dell'ordine e protezione civile. L'operazione è stata denominata "Artemide".

Dalle 9 di questa mattina sono state chiuse le strade di accesso all'area interessata, alle 10 è iniziato il controllo dell'area da parte delle forze dell'ordine, per accertare che non sia rimasto nessuno all'interno della zona rossa. Mezzora dopo, gli artificieri hanno cominciato i lavori di disinnesco vero e proprio. Oltre a Fontana Liri, sono interessate porzioni dei comuni di Arpino, Monte San Giovanni Campano.

L'Enel ha messo in campo una squadra di venti tecnici per assicurare l'energia elettrica ai residenti durante le operazioni di disinnesco. "Lavoriamo per permettere la sicurezza delle operazioni di rimozione, su richiesta della prefettura di Frosinone sono stati disalimentati tutti i cavi della rete elettrica di media tensione che si trovano nei pressi dell'area di intervento".

"Grazie a temporanee modifiche dell'assetto della rete elettrica, le utenze cittadine possono comunque venire alimentate. E' stata invece sospesa l'energia per le utenze che si trovano nell'area soggetta allo sgombero. Si tratta di un'operazione complessa che richiedere alta professionalità. I nostri tecnici sono addestrati per interventi di questo tipo".

Ordigno Frosinone

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO