Le prime pagine di oggi, domenica 22 marzo 2015

Le prime pagine dei principali quotidiani in edicola oggi, domenica 22 marzo 2015.

Le prime pagine di oggi, domenica 22 marzo 2015

Ieri, sabato 21 marzo, è stato il giorno della visita di Papa Francesco a Napoli, un’occasione senza precedenti che anche oggi riempie le prime pagine dei principali quotidiani italiani, affiancando ovviamente le notizie di politica che danno conto della calda giornata di ieri, a cominciare dallo sconto tra D’Alema e il premier Matteo Renzi.

Il Corriere Della Sera apre coi nuovi tagli al vaglio del Governo, 10 miliardi di euro che servirebbero per evitare l’aumento dell’IVA nel 2016. Spazio alla nuova frattura all’interno del Partito Democratico, con D’Alema che dà dell’arrogante a Renzi.

La Repubblica affianca la foto di Papa Francesco a Napoli con le parole del premier Renzi che commenta la decisione di Lupi di dimettersi: “No a dimissioni per gli avvisi di garanzia. Non caccio gli indagati”. Poi la replica a D’Alema: “Vecchia gloria”.

Il Fatto Quotidiano esordisce così: “Il Papa scomunica i corrotti, Alfano scomunica i giornali”, spiegando nell’occhiello che il ministro dell’Interno ha attaccato la stampa: “Il problema vero è l’informazione sulle inchieste dei giudici”.

Il Gazzettino apre sul locale, dando conto degli ultimi sviluppi sul duplice omicidio di Pordenone, ma dedica ampio spazio anche all’attacco di D’Alema a Renzi. Questa è anche la notizia d’apertura del Secolo XIX, La Gazzetta Del Mezzogiorno e La Stampa.

Il Mattino dedica quasi interamente la prima pagina a Papa Francesco e alla visita di Napoli, relegando ad un angolo in basso a sinistra la questione Renzi-D’Alema.

Il Giornale ipotizza il crollo del Nuovo Centrodestra di Alfano e la sua possibile annessione all’ormai potente Partito Democratico e titola: “Verso un monocolore PD. Renzi si annette l’NCD”.

Libero va come al solito all’attacco del Governo Renzi: “I frutti della finta abolizione delle Province. Arriva la tassa sui viaggi”. Nell’occhiello spiega: “Gli enti soppressi sono stati sostituiti dalle città metropolitane. Per finanziare le quali ora mettono una gabella di due euro a carico di chiunque salga su un aereo o sbarchi da una nave”.

Le prime pagine di oggi, domenica 22 marzo 2015

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO