Vietnam, crolla ponteggio in un cantiere: almeno 14 morti

Le vittime stavano lavorando al progetto di un frangiflutti al porto di Son Duong.

In un cantiere nella città portuale di Vung Ang, nella provincia di Ha Tinh, nel Vietnam centrale, è caduta un'impalcatura provocando la morte di almeno 14 operai e ferendone altre 28. Alcune fonti parlano di 17 morti, ma finora sono stati recuperati 14 corpi, anche se potrebbero essercene degli altri tra le macerie.

Secondo quanto ha spiegato Bui Quang Dinh, il vicecapo della polizia della provincia di Ha Tinh, tutte le persone rimaste uccise dal crollo del ponteggio erano lavoratori vietnamiti in subappalto, che erano stati assunti per lavorare a un progetto di costruzione di un frangiflutti al porto di Son Duong.

Sono ancora in corso le ricerche di altri corpi tra le macerie e non è stata fatta chiarezza sulle cause e sulla dinamica del crollo che ha portato a questa tragedia. Il ponteggio era alto circa 20 metri e il crollo è stato improvviso. Non è certo il numero delle persone che stavano lavorando nel cantiere in prossimità dell'impalcatura. Secondo alcuni testimoni già un'ora dopo l'inizio dei lavori il ponteggio aveva cominciato a dare segni di cedimento. Molte persone sono corse via in preda al panico quando hanno capito che cosa stava succedendo e hanno cercato di salvarsi.

Tra l'altro la zona di Vung Ang è nota perché l'anno scorso è stata teatro di proteste anti-Cina piuttosto violente ed è oggetto di una disputa territoriale proprio tra Vietnam e Cina nel Mar Cinese Meridionale.

Crollo ponteggio Vietnam

Immagine © Google Maps

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO