Livorno: 80 enne cerca di entrare in casa ex moglie, cade e muore

Un uomo di 80 anni è morto precipitando dal tetto di casa dell'ex moglie, a Livorno. Aveva con sé una tanica di benzina.

Livorno

Stava cercando di entrare in casa dell'ex moglie, ma è precipitato dal cornicione del tetto ed è morto. La vittima è Vittorio Re, 80 anni, di Livorno. Il palazzo è un condominio di otto piani. L'uomo, secondo un'ordinanza del giudice, doveva tenersi lontano dalla donna. E per questo motivo aveva scelto un modo originale per cercare di introdursi nell'appartamento.

Ha tentato di raggiungere il terrazzo, al sesto piano, calandosi dal tetto con una corda. Qualcosa, però, non ha funzionato. Forse l'80enne ha perso l'equilibrio ed è caduto. La corda è stata ritrovata intatta. La morte è arrivata sul colpo. La polizia ha ritrovato, oltre a corda e moschettoni, anche una tanica di benzina. Probabilmente le intenzioni dell'uomo erano bellicose.

Il corpo è finito nel giardino interno al condominio di via Roma. In un primo momento, si era pensato a un suicidio. Con il passare dei minuti, però, è stato chiaro che l'ottantenne era lì per una precisa ragione. Entrare in casa dell'ex moglie, forse appiccare un incendio con la tanica di benzina e uccidere se stesso e l'ex consorte.

Quando è stato lanciato l'allarme, sono arrivati in via Roma sia i vigili del fuoco sia la Svs. I volontari dell'ambulanza, chiamati per soccorrere una persona, non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'anziano. A cui non mancava di certo il coraggio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO