Black out in Turchia, colpite anche Istanbul e Ankara

E non si esclude la pista terrorismo.

Schermata 2015-03-31 alle 13.16.13

Alle 10.30 ora locale, quando in Italia erano le 9.30, la Turchia è stata colpita da un fortissimo black out che ha coinvolto anche le principali città, come Istanbul e Ankara. Tantissimi i disagi, visto che è stata interrotta la circolazione dei treni e dei tram e che il controllo del traffico aereo è andato in tilt, mandando fuori servizio 11 dei 16 radar.

In altre zone del paese si è dovuti addirittura interrompere la produzione industriale, cosa che creerà gravi danni economici e che soprattutto dà l'idea delle dimensioni del black out, il più grave che abbia colpito la Turchia negli ultimi 15 anni. Le notizie che arrivano, però, sono discordanti: secondo alcune fonti sono 23 le province colpite, secondo altre sono addirittura 40, sparse sull'intero territorio turco.

Come fa a verificarsi un black out di tale gravità? Le ragioni sono ancora sconosciute, ma il premier Ahmet Davutoglu ha dichiarato che le indagini sono in corso e che soprattutto non si esclude la possibilità che si sia trattato di un attentato terroristico: "Stiamo cercando di capire se è stato un problema tecnico o un attacco informatico".

Alcuni segnalano come il consumo di energia elettrica sia molto aumentato negli ultimi anni, a causa della crescita economica e dell’aumento della popolazione, con il conseguente rafforzamento degli investimenti nel settore energetico e delle importazioni di gas, nonostante questo, un guasto di questo tipo difficilmente può essere imputabili a un eccessivo uso di energia, tanto più in questo periodo dell'anno. A partire dalla tarda mattinata, la corrente elettrice ha iniziato a ritornare in alcuni distretti di Ankara.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO