Le prime pagine di oggi, giovedì 2 aprile 2015

La rassegna stampa dei principali quotidiani italiani in edicola stamattina.

Corriere della Sera

Sono i due i temi che aprono quasi tutti i quotidiani di oggi, giovedì 2 aprile 2015: da un lato la politica italiana, con l'approvazione da parte del Senato del ddl anticorruzione; dall'altro gli esteri con il racconto della delicatissima giornata ad Istanbul, tra arresti per il sequestro del procuratore e blitz nelle sedi dei partiti e della polizia (quest'ultimo terminato con la morte di una ragazza, forse kamikaze).

Il Corriere della Sera titola "Falso in bilancio: torna il reato, fino a 8 anni - Tensione D'Alema-Anm sulle intercettazioni". Più in basso gli "Attacchi nel cuore di Istanbul", mentre la foto della prima pagina è dedicata ai negoziati sul nucleare a Losanna.

Repubblica apre con "Corruzione, scatta la linea dura" e più in basso sceglie di pubblicare una grande foto con il corpo della donna kamikaze dopo essere stata uccisa dalla polizia turca: "Attacco a Erdogan e donna kamikaze, terrore a Istanbul".

Su La Stampa ricorrono gli stessi temi: "Il falso in bilancio è di nuovo un reato, pene fino a 8 anni" e "La Turchia ancora nel terrore, A Istanbul assalto alla polizia". Spazio anche per un articolo di Domenico Quirico sull' "Isis nel campo dei profughi alle porte di Damasco".

Il Fatto Quotidiano apre con uno screenshot dal video che mostra le fasi immediatamente successive all'attacco alla sede della polizia di Istanbul, mentre in relazione alla politica italiana il titolo principale è "Governo, la macchina del falso" e la vignetta di Vauro mostra un Berlusconi che si sente ringiovanito "grazie" al ritorno del reato di falso in bilancio.

Il Manifesto apre con le notizie da Turchia e Siria, poi dedica il titolo "Tutti in riga" relativamente alla denuncia di alcuni senatori dell'ostruzionismo M5S sullo Sblocca Italia.

Sul Secolo XIX l'apertura è sul ddl anticorruzione: "Falso in bilancio, 8 anni", poi spazio alla cronaca di Genova con "Troppi abusivi, chi paga le tasse se ne va". Il Gazzettino apre con l'accordo del centrodestra sulle regionali: "Lega-Fi, alleanza per le regionali".

Si distinguono per originalità Libero e Il Giornale: il primo propone "Dieci domande e dieci risposte: come non farsi fregare dal nuovo 730 di Renzi", il secondo attacca Massimo D'Alema sul caso intercettazioni e apre con "Baffino perde le staffe - D'Alema non regge il vino".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO