Boko Haram, jihadisti travestiti da predicatori compiono l'ennesima strage

Più di venti morti nel villaggio di Kwaiafa, nello stato di Borno, nel Nord-Est della Nigeria.

Ancora sangue in Nigeria. Boko Haram continua a seminare morte e distruzione ovunque passi e lo fa in maniera sempre più crudele. La notizia sull'ultima strage compiuta dai jihadisti nigeriani arriva dal villaggio di Kwajafa, nello Stato di Borno che si trova a Nord-Est della Nigeria.

Domenica sera un gruppo di jihadisti è arrivato a bordo di un'auto e ha radunato decine di persone nella moschea del villaggio. I terroristi si sono spacciati per religiosi, recatisi a Kwajafa per predicare l'islam, ma quando hanno raccolto attorno a sé un numero consistente di persone hanno aperto il fuoco e hanno sparato alla cieca uccidendo almeno 24 persone e ferendo molti altri dei presenti.

Alcuni testimoni oculari hanno raccontato a Reuters che dopo aver sparato e aver ucciso tutte quelle persone, gli assalitori hanno appiccato messo a ferro e fuoco numerose case e le hanno distrutte.

Da una settimana la Nigeria ha cambiato Presidente: Goodluck Jonathan, anche a causa della sua incapacità di proteggere la popolazione dalla violenza estrema dei jihadisti di Boko Haram, ha perso le elezioni e la vittoria è andata a Muhammadu Buhari il cui operato, ovviamente, non può ancora essere giudicato visto che il mandato è cominciato da troppo poco tempo. I terroristi però dimostrano ancora una volta di non aver paura di niente e continuano a sterminare villaggi uccidendo civili innocenti. Ormai sono nell'ordine delle decine di migliaia le persone uccise e centinaia quelle rapite negli ultimi anni da Boko Haram la cui sete di sangue sembra non essere neanche lontanamente placata.

Strage Boko Haram

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO