Zimbabwe, cacciatore ucciso da un elefante durante una battuta di caccia

Il cacciatore di professione è stato schiacciato dall’elefante infastidito durante il periodo dell’accoppiamento.

Una morte brutale accolta con somma gioia dagli utenti di Internet. Strano, ma vero: è accaduto con l’incidente costato la vita al cacciatore Ian Gibson, calpestato e ucciso da un elefante durante una battuta di caccia in Zimbabwe.

Gibson stava guidando la caccia nella Zambezi Valley, a nord del Paese al confine con la Zambia, quando l’elefante che voleva uccidere - e di cui era sulle tracce da circa cinque ore - è diventato aggressivo.

Una nota pubblicata da Safari Classics, che dava lavoro a Gibson proprio per condurre battute di caccia insieme ai clienti paganti, spiega che l’elefante era prossimo all’accoppiamento quando l’uomo l’ha avvicinato armato di fucile. Nonostante l’evidente aggressività dell’elefante, però, Gibson è andato avanti.

Quando l’animale ha puntato Gibson e l’ha caricato, quest’ultimo ha tentato di evitare il peggio aprendo il fuoco contro l’elefante. L’animale, però, non si è fermato e ha schiacciato il cacciatore, uccidendolo all’istante.

Gibson se l’è cercata: è questa l’opinione diffusa sui social network. Dopo anni passati a uccidere animali per puro piacere - e per lavoro, in questo caso - è stato proprio uno di quegli animali a togliere la vita dell’uomo nel peggiore dei modi, schiacciandolo con una zampa.

Ian Gibson 2

Via | HuffingtonPost

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO