Rodi, barcone con 200 migranti si schianta sugli scogli

Si rovescia un barcone di migranti a largo di Rodi: recuperati 3 corpi e 57 superstiti

CDCD3pfW8AALMTu

13.55 - Stando alle prime informazioni fornite da testimoni e riportate dall'agenzia Ansa che al momento del naufragio si trovavano sulla spiaggia di Zephyros di fronte alla quale il barcone ha cominciato ad inabissarsi dopo aver urtato contro uno scoglio, sull'imbarcazione c'erano almeno 200 persone che sono saltate in acqua senza attendere i soccorsi ed hanno cominciato a dirigersi a nuoto verso terra sotto gli occhi sbigottiti di residenti e turisti accorsi sul posto. Dalla Guardia costiera si è appreso che i tre cadaveri recuperati sono quelli di un bambino, di un uomo e di una donna.

12.28 - Un barcone con 200 migranti è naufragato davanti alla costa orientale di Rodi, in Grecia. Lo riferiscono i media locali, riportati dall'agenzia stampa Ansa.

Per ora sarebbero stati recuperati tre corpi, tra cui quello di un bambino, mentre 57 persone sono state messe in salvo ma si temono molte vittime.

La polizia dell'isola greca ha riferito che la barca si è schiantata sulle rocce vicino al porto di Rodi.

"La barca si è schiantata sulle rocce vicino al porto di Rodi. Ci sono stati tre morti, fra cui un bambino [...] il numero dei superstiti è di 80, secondo un bilancio provvisorio"

riferisce un responsabile portuale alla stampa locale.

Secondo quanto riporta Repubblica.it negli ultimi 10 giorni è salito il numero di migranti che su imbarcazioni di fortuna, salpano dalle coste turche alla volta delle isole greche. Più di 700 persone sono arrivate la settimana scorsa sull'isola di Mytilene, sull'isola greca di Lesbo, nel nord-est del Mar Egeo. Il paese ellenico non sarebbe attrezzato per sopportare il numero crescente di arrivi e il governo di Atene ha lanciato un appello alle autorità locali per trovare siti di accoglienza per alloggiarli.

(in aggiornamento)

Foto | Alpa Patel su Twitter

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO