Nigeria, l'esercito libera 234 donne ostaggio di Boko Haram

Le donne dichiarate libere dall'esercito nigeriano nell'ultima settimana sarebbero in totale 677.

Il quartier generale della Difesa nigeriana ha comunicato oggi che l'esercito ha liberato altre 234 donne tenute prigioniere da Boko Haram nella foresta di Sambisa, nel Nord-Est del Paese. Salirebbe dunque a 677 il numero delle persone liberate nell'ultima settimana.

La foresta di Sambisa è considerata l'ultima roccaforte degli estremisti, secondo quanto detto dal Presidente uscente Goodluck Jonathan, che ha anche aggiunto di voler consegnare una Nigeria completamente libera da roccaforti terroristiche.
Contro gli accampamenti di Boko Haram nella foresta ci sono stati raid aerei, ma solo l'intervento con le truppe di terra ha permesso di liberare gli ostaggi.

Non è ancora stato chiarito se tra le ragazze liberate ci siano tutte o una parte di quelle che erano state rapite nel 2014 e per le quali fu lanciata la campagna internazionale #BringBackOurGirls. I militari stanno infatti ancora verificando le loro identità per capire da quali villaggi provengano. Alcune di loro sono stati usati come scudi umani armati dagli estremisti. Secondo le testimonianze dei militari alcune di queste donne hanno opposto resistenza e hanno sparato contro l'esercito, forse perché ormai hanno aderito alla causa di Boko Haram a causa della lunga prigionia e dei matrimoni forzati. Non si sa neanche se tra di loro ci siano persone che si sono unite spontaneamente ai rivoluzionari.

L'esercito ha anche diffuso ieri delle foto di alcune delle persone liberate, scattate tra martedì e giovedì, quindi subito dopo la liberazione. Nelle immagini si vedono donne e bambini, apparentemente in buona salute fisica, anche se su alcuni di loro ci sono i segni della malnutrizione.

Esercito nigeriano libera donne rapite da Boko Haram

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO