Ebola: l'infermiere di Sassari non ha più la febbre, ma prognosi resta riservata

Le ultime notizie sull'infermiere di Sassari positivo al virus Ebola.

Venerdì 29 maggio 2015 - Ecco il nuovo bollettino sulle condizioni dell'infermiere sardo ricoverato dal 13 maggio scorso all'ospedale Spallanzani di Roma dopo aver contratto il virus dell'ebola. Le sue condizioni sono migliorate negli ultimi due giorni perché non ha più la febbre, anche se presenta ancora altri sintomi influenzali. Nonostante i miglioramenti, la prognosi resta riservata. Questo il bollettino dell'ospedale:

Bollettino medico n. 12 del 29 maggio 2015 ore 12.00
Il paziente è in condizioni cliniche stabili e con riduzione dell’esantema. I parametri vitali sono nella norma, presenta astenia, è afebbrile, vigile e collaborante. Si alimenta autonomamente ed effettua terapia per via orale e parenterale. La prognosi resta riservata. Lunedì 1 giugno p.v. sarà emesso il prossimo bollettino medico.

Mercoledì 27 maggio 2015 - I medici dell'ospedale Spallanzani hanno emesso un nuovo bollettino sulle condizioni dell'infermiere sardo che ha contratto l'Ebola in Sierra Leone, dove si era recato per prendere parte ad una missione umanitaria di Emergency. Purtroppo permane le stato febbrile anche se il paziente è sempre cosciente e riesce quindi a collaborare con i medici che lo hanno in cura. La prognosi resta comunque riservata e per avere nuovi aggiornamenti bisognerà aspettare venerdì prossimo, quando verrà emesso un nuovo bollettino medico. Questo il comunicato dell'ospedale Spallanzani di Roma:

Il paziente presenta un esantema febbrile diffuso; rimane vigile e collaborante. Il paziente si alimenta autonomamente ed assume terapia per via orale e parenterale. La prognosi resta riservata. Venerdì 29 p.v. sarà emesso il prossimo bollettino medico.

Lunedì 25 maggio 2015 - Oggi l'ospedale Spallanzani ha emesso un nuovo bollettino nel quale si legge che l'infermiere ricoverato per l'Ebola ora si alimenta da solo e assume terapia reidratante per via orale. Da ieri ha nuovamente la febbre, ma è vigile, collaborante e ha i parametri vitali nella norma. La prognosi resta riservata e il prossimo bollettino sarà diffuso mercoledì 27 maggio.

Mercoledì 20 maggio 2015 - L'ospedale Spallanzani di Roma ha diffuso un nuovo bollettino comunicando che ad oggi le condizioni dell'infermiere sassarese non hanno subito alcuna variazione rispetto a ieri:

Continua il trattamento antivirale e la terapia reidratante per via orale ed endovenosa. La prognosi resta riservata.

Lunedì 18 maggio 2015 - Le persone in isolamento a Sassari dopo essere entrate in contatto con l'infermiere di Energency affetto da Ebola sono diventate 17: alle 13 (tra cui tre famigliari) che si erano autoisolate per precauzione si sono infatti aggiunte ora altre quattro che lavorano in un laboratorio di analisi.

Le condizioni dell'infermiere, che dal 13 maggio è ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma, sono in modesto miglioramento, non ha più la febbre e sono quasi completamente passati i disturbi gastrointestinali, ma la prognosi rimane riservata e continua il trattamento antivirale.

Infermiere di Sassari in condizioni stazionarie


Venerdì 15 maggio 2015

13:00 - Il nuovo bollettino dell’ospedale Spallanzani di Roma smentisce le indiscrezioni trapelate questa mattina e conferma le condizioni stazionarie dell’infermiere di Sassari:

Il paziente con Ebola ricoverato dal 13 maggio è in condizioni cliniche stazionarie con parametri vitali stabili. Permane stato febbrile. Continua trattamento antivirale, la nutrizione parenterale, la terapia reidratante per via orale ed endovenosa, oltre alla terapia di supporto già iniziata.

Venerdì 15 maggio 2015 - Il nuovo bollettino medico sulle condizioni dell’infermiere di Emergency affatto da Ebola è atteso per le 12 di oggi, ma le indiscrezioni trapelate sembrano anticipare che le sue condizioni sarebbero leggermente peggiorate.

Oggi, intanto, è previsto un vertice in Prefettura a Sassari che si concentrerà, lo scrive la stampa locale, su due punti principali:

la mancanza di una barella di biocontenimento a Sassari (i medici dello Spallanzani se la sono dovuta portare da Roma sul C130 dell'aeronautica) e l'utilizzo per il trasporto del paziente di un'ambulanza privata della Croce Rossa attorno alla quale c'erano operatori che assistevano al trasbordo (scattando anche foto-ricordo) senza alcuna protezione.

La polemica è scoppiata dopo che è stata disposta la quarantena per gli operatori del 118 che hanno soccorso l’infermiere, potenzialmente esposti al virus proprio perchè non sarebbe stato rispettato il protocollo previsto per queste situazioni.

13:45 - Secondo il bollettino odierno sulle condizioni dell'infermiere di Emergency affetto da Ebola il paziente è febbricitante, ma lucido e collaborante. Si legge anche che "da questa notte è comparsa una sintomatologia gastrointestinale importante" e "ha iniziato la nutrizione parenterale" (per via venosa). Da questa notte ha avviato la terapia con un secondo farmaco sperimentale che è arrivato ieri dall'estero.

Giovedì 14 maggio 2015 - Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin è intervenuta a Uno Mattina per parlare del caso dell'infermiere di Sassari positivo all'Ebola e ha spiegato:

"Tutti i protocolli di sicurezza sono stati rispettati. L'infermiere, da quando è tornato in Italia, è stato in quarantena e si controllava la febbre, poi quando ha capito che qualcosa non andava ha avvisato lo Spallanzani ed è stato trasferito in isolamento a Sassari e poi a Roma. A Sassari stiamo attuando procedure di protezione. È tutto sotto controllo"

Mercoledì 13 maggio 2015 - L'infermiere di Emergency è arrivato nella notte a Roma e - in tutta sicurezza - è stato ricoverato all'ospedale Spallanzani.

Ebola, infermiere di Sassari positivo al virus


Martedì 12 maggio 2015
Ospedale Spallanzani Roma

Un infermiere di Sassari, volontario di Emergency, è risultato positivo al virus Ebola. Il contagio è avvenuto in Sierra Leone, dove l'infermiere sardo era stato alcuni mesi a prestare il suo lavoro per l'associazione.

Tornato venerdì 8 maggio in Sardegna, l'uomo avrebbe accusato (a partire dal 10 maggio) alcuni dei sintomi riconducibili al virus, dunque avrebbe avvertito le strutture sanitarie sarde che hanno provveduto ad un ricovero - altamente controllato - al reparto malattie infettive dell'Ospedale di Sassari.

I risultati delle analisi, ottenuti oggi, confermano che l'infermiere di Sassari è positivo al virus Ebola. Si è attivata dunque la procedura prevista in casi come questi: un velivolo dell'Aeronautica militare è decollato da Pisa alla volta di Alghero per imbarcare l'uomo. Poi atterrerrà all'aeroporto preposto, quello di Pratica di Mare, e da lì l'ultimo spostamento all'Ospedale Spallanzani di Roma, con un'autoambulanza attrezzata. Il trasferimento dell'uomo all'ospedale romano si concluderà domani, 13 maggio.

Emergency comunica che "l'operatore sanitario è in buone condizioni generali".

L'infermiere è il secondo italiano contagiato dal virus, il primo è stato Fabrizio Pulvirenti, medico che è guarito dopo le cure allo Spallanzani.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO