Sciopero Alitalia, oggi 25 maggio 2015: le fasce di garanzia

Lo sciopero di 24 ore è stato proclamato dall'Anpac, Associazione nazionale professionale aviazione civile.

Sciopero Alitalia lunedì 25 maggio 2015

Per tutta la giornata di oggi, lunedì 25 maggio 2015, ci sarà un po' di caos negli aeroporti italiani a causa dello sciopero proclamato dall'Anpac, Associazione nazionale professionale aviazione civile, che coinvolgerà i piloti e gli assistenti di volo di Alitalia Sai e Cityliner fino alla mezzanotte.

In ogni caso c'è il pieno rispetto della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, perciò sono garantite delle fasce in cui si potrà viaggiare: sono quelle dalle 7 alle 10 del mattino e dalle 18 alle 21 di sera. Sono garantiti anche i voli di Stato, militari, di emergenza, umanitari, sanitari e di soccorso, i voli charter di collegamento con le Sicilia e Sardegna autorizzati prima della proclamazione dello sciopero e quelli con un'unica frequenza giornaliera, con esclusione del traffico continentale. Non sono interessati dallo sciopero i voli da e per gli aeroporti di Bari, Brindisi e Genova, come richiesto dalla Commissione di garanzia.

Perché scioperano i dipendenti Alitalia? Perché chiedono garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali in vista della scadenza dei contatti si solidarietà con cui si gestiscono gli esuberi di 280 piloti e 767 assistenti di volo. Questi contratti scadono a febbraio 2016.

In un comunicato Anpac ha spiegato che i contratti di solidarietà diventeranno licenziamenti se non saranno immessi nuovi aeromobili nella flotta aerea in un numero sufficiente a compensare i 14 aerei A320 che di recente sono stati dismessi. L'Anpac punta il dico anche contro i "compromessi ambigui" e le scelte che potranno portare a nuovi problemi occupazionali. L'associazione nazionale professionale aviazione civile spiega:

"È inaccettabile far svolgere attività di volo, venduta ai passeggeri con nominativo Alitalia, con la formula del wet lease da una compagnia rumena, la Blue Air"

Alitalia ha risposto che questo sciopero, che arriva a pochi giorni dall'incendio del Terminal 3 dell'Aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, è irrispettoso nei confronti dei consumatori e ha detto che il rischio di licenziamento di mille addetti è solo una falsità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO