Trovato morto in casa dopo sette anni

Gli ufficiali giudiziari si erano recati nella sua abitazione per sequestrare alcuni beni. Ma l'anziano era defunto in cucina da moltissimo tempo.

Carabinieri Casalnuovo

Gli ufficiali giudiziari erano entrati nell'abitazione di Flavio Margiu, anziano residente di Genova Sampierdarena, perché convinti che si trattasse di un inquilino moroso, indietro con i pagamenti addirittura di parecchi anni. E invece, al loro ingresso nella casa, hanno fatto una tremenda scoperta: l'uomo era morto nella sua cucina. Non solo, era morto da moltissimo tempo, per la precisione dal febbraio 2008, quando aveva 76 anni.

La data è stata ricavata dal calendario, che era fermo appunto a 7 anni fa. Sette anni durante i quali nessuno si è accorto della sua morte e l'amministratore di condominio ha continuato a inviare all'uomo, originario della Sardegna, lettere di ingiunzioni senza mai sospettare alcunché. Ma come è possibile che i vicini non sapessero nulla?

Stando alle loro testimonianze, avevano sentito dire tempo fa che l'anziano doveva essere trasferito in una casa di riposo, ragion per cui non si erano mai preoccupati per la sua assenza. Inoltre l'uomo era molto schivo e riservato e non aveva mai costruito nessun tipo di rapporto con i vicini.

I carabinieri ritengono che la morte sia avvenuta per cause naturali, dal momento che in casa sono stati ritrovati soldi e gioielli e che la porta risulta chiusa dall'interno. Tutte circostanze che fanno ritenere che non si sia causato di un omicidio seguito a un tentato furto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO