Ghana, tre giorni di lutto nazionale: esplosione e allagamenti, oltre 150 morti

Cresce il numero delle vittime causate dall'esplosione nella stazione di servizio e dalle forti piogge abbattutesi sulla capitale Accra.

5 giugno 2015, 09:30 - È disastroso il bilancio dell'esplosione verificatasi in una stazione di servizio ad Accra, il bilancio delle vittime non è ancora certo ma si tratta sicuramente della tragedia pi grande che ha colpito il Ghana. Peggiore di quella del maggio 2001, quando 120 persone persero la vita, schiacciate dalla folla in uno stadio durante una partita di caclio. Il presidente John Dramani Mahama ha indetto tre giorni di lutto nazionale, quando nel frattempo il numero di vittime nella capitale, causate dall'esplosione e dagli allagamenti dovuti alle piogge torrenziali, ha superato quota 150. Il presidente ha anche annunciato lo stanziamento di 50 milioni di cedi ghanesi (circa 11 milioni di euro) per far fronte all'emergenza.

Secondo una ricostruzione dei vigili del fuoco, le piogge hanno fatto esondare i serbatoi di carburante, il liquido si è riversato in strada e ha preso fuoco a causa di un incendio in un'abitazione nelle vicinanze. Intanto nella capitale montano rabbia e polemiche per l'inadeguatezza delle infrastrutture e per l'incapacità del governo di agire e risolvere i problemi in una città che conta oltre 1,5 milioni di abitanti ma con una densità di popolazione molto alta.

Ghana, esplode una stazione del gas: 90 morti

ore 20.22 - Il bilancio dell’incidente avvenuto alla stazione del gas di Accra è di 90 vittime.

Questa perdita di vite umane è catastrofica, senza precedenti. Le autorità cittadine e i servizi di emergenza continueranno a fare il loro lavoro, ma dobbiamo fare in modo che non accada più,

ha detto il presidente ghanese John Dramani Mahama.

ore 14.38 - Sono 70 e non 78, come indicato inizialmente, le vittime dell'esplosione che è avvenuta questa mattina a una stazione di rifornimento del gas di Accra. Ama Boateng, corrispondente di Al Jazeera da Accra, ha raccontato che il luogo in cui si è verificata l'esplosione è molto frequentato dagli abitanti della capitale ghanese:

Questa è una zona molto frequentata di Accra, c'è un sacco di gente e un intenso traffico automobilistico. E a causa delle forti piogge molte persone si erano riunite sotto la tettoia di questa stazione di gas per cercare rifugio poco prima del momento in cui è avvenuta l'esplosione.

ore 10.17 - L’alto numero delle vittime è dovuto al fatto che decine di persone si trovavano sotto la tettoia a causa della forte pioggia abbattutasi sulla capitale Accra

Una stazione di rifornimento di gas di Accra, capitale del Ghana, è esplosa quest’oggi uccidendo almeno 78 persone, secondo quanto riferito da Billy Anaglate, portavoce dei Vigili del Fuoco alla radio nazionale Joyfm.

Molte delle vittime si trovavano sotto la tettoia della stazione per ripararsi dalla pioggia e dal maltempo quando è avvenuto l’incidente.

Oltre alle 78 vittime, una dozzina di altre persone sono state portate in ospedale. Secondo i primi rilevamenti dei Vigili del Fuoco, l’incidente sarebbe connesso alla pioggia torrenziale che in quel momento stava cadendo nella zona.

In aggiornamento

GHANA-ECONOMY-UNIONS-CURRENCY

Via | Daily Mail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO