Somalia, attentato di Al Shabaab a una base militare dell'Unione africana

Attentati in Somalia

I jihadisti somali hanno lanciato numerosi attacchi dall'inizio del Ramadan e oggi è andato in scena uno particolarmente cruento nel villaggio Leego, che si trova a circa 130 km a Sud di Mogadiscio, in una base della missione dell'Unione Africana (Amisom) gestita da soldati del Burundi.

Si è fatto prima avanti un kamikaze che si è fatto esplodere nella base, poi decine di combattenti di Al Shabaab sono penetrati nel villaggio armati di mitragliatrici e lanciagranate. Ci sono decine di vittime, purtroppo non si ha un bilancio certo, anche se Sheikh Abdiasis Abu Musab, portavoce del gruppo terroristico Al Shabaab, dice sono 35 e alcuni testimoni interpellati dalla BBC confermano che i morti sono almeno trenta.

Per più di tre ore i soldati peacekeeper e i jihadisti hanno combattuto gli uni contro gli altri. Ricordiamo che dell'Amisom fanno parte anche Kenya e Uganda e il suo contingente comprese circa 22mila uomini.
Amisom ha confermato tramite il suo account ufficiale su Twitter di aver subito un attacco, ma non ha fornito dettagli sulle perdite e la dinamica dell'attentato.
Il numero uno di Amisom Maman Sidikou ha detto che questo attacco non fermerà l'Unione africana che continuerà a supportare il governo somalo fino a quando il popolo non sarà finalmente libero dal terrorismo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO