Il muro anti-migranti a Calais: disagi e traffico ferroviario interrotto

Circa 150 migranti hanno cercato di entrare nel terminal di Calais.

schermata-2015-06-29-alle-16-12-01.png

Sabato 4 luglio 2015 - Circa 150 migranti, nella notte tra il 3 e il 4 luglio, hanno cercato di entrare nel terminal di Calais causando disagi e interruzioni al traffico ferroviario nel Canale della Manica. La società Eurotunnel ha comunicato che alcuni collegamenti sono stati sospesi o cancellati e ha chiesto alle autorità una azione immediata per fermare i migranti, ritenendo che finora non sia stato fatto abbastanza.

Il muro anti-migranti di Londra sarà eretto a Calais


Lunedì 29 giugno 2015

- Si tornano ad alzare muri in Europa, per impedire ai migranti di raggiungere la destinazione che in molti casi hanno avuto in mente fin dal primo momento in cui sono scappati da Libia, Siria, Eritrea e le altre zone del mondo da cui fuggono le migliaia di persone che stanno attraversano l'Europa in questo periodo. Per questa ragione la Gran Bretagna è intenzionata a piazzare oltre tre chilometri di recinzione di massima sicurezza al porto di Calais.

Si tratta della zona in cui si accede al tunnel della Manica che dalla Francia porta in Inghilterra e attorno alla quale sostano qualcosa come 2.500 migranti che ogni giorno provano a nascondersi sui camion in attesa che venga il giorno in cui la polizia (o i camionisti) non li scoprono costringendoli a scendere e attendere la prossima occasione.

L'annuncio della volontà inglese di erigere un muro, più precisamente una recinzione metallica, l'ha data il ministro dell'Immigrazione James Brokenshire al Telegraph, facendo sapere che l'obiettivo è quello di proteggere il terminal dei mezzi pesanti di Coquelles, vicino a Calais. Si tratta dello stesso tipo di recinzione che è stata utilizzati per le olimpiadi di Londra del 2012 e il vertice Nato in Galles dello scorso anno.

Nell'ultimo anno sono stati quasi 40mila i migranti che hanno tentato l'ingresso nel Regno Unito, il doppio rispetto all'anno precedente. Alzando la recinzione Londra intende far crollare il numero di quanti tentano l'impresa di salire sui tir o sui treni dell'Eurotunnel.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO