Ciclista amatoriale muore alla Granfondo Fausto Coppi

Doveva essere una festa per tutti gli appassionati di ciclismo e, invece, la ventottesima edizione della granfondo Fausto Coppi si è conclusa con una tragedia, la morte di uno dei partecipanti.

Marco Giraudo, 41 anni, portacolori della società cuneese Passatore, si è sentito male mentre stava affrontando, insieme con un gruppo di altri concorrenti la salita della Madonna del Colletto, l’ultima del percorso corto da 111 chilometri.

Il ciclista – titolare di un negozio di timbri e targhe a Cuneo – aveva appena superato il primo impegnativo chilometro di salita, quando si è accasciato sul manubrio ed è caduto a terra.

Soccorso dalle ambulanze dell’organizzazione, l’uomo è morto stroncato da un infarto.

Oltre alla sforzo compiuto per portare a termine quella che è una delle prove più impegnative del calendario granfondistico nazionale, un ruolo determinante potrebbe essere stato giocato dal caldo: verso la parte finale di gara le temperature erano di circa 30° C.

La gara si è conclusa, ma gli organizzatori hanno deciso di annullare le premiazioni in segno di lutto.

Via | La Repubblica

Foto | Davide Mazzocco

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO