Precipita jet privato partito da Malpensa, a bordo sorella e matrigna di Bin Laden

Il volo era diretto in Inghilterra. Quattro morti.

Nel pomeriggio di ieri un piccolo jet per nove persone massimo, un Phenom 300, è precipitato dopo essere decollato da Malpensa. L'aeroplano era diretto in Gran Bretagna, ma prima di atterrare in uno scalo privato nell'Hampshire si è schiantato sul parcheggio di una concessionaria di auto.

Sono morti il pilota e tre passeggeri. E proprio tra i passeggeri si trovavano due persone che,m secondo il Daily Mail, sarebbero la matrigna e la sorella di Osama Bin Laden, lo sceicco del terrore. Il jet sarebbe infatti proprietà della vastissima e ricchissima famiglia dell'ex nemico pubblico numero uno dell'Occidente.

Stando alla polizia, però, si è trattato di un incidente, mentre è da escludersi qualsiasi altra ipotesi. L'ambasciata saudita di Londra, confermando l'avvenuto, ha inviato le sue condoglianze alla famiglia Bin Laden. Per quanto invece riguarda la dinamica dell'incidente, si sa che i controllori di volo hanno intercettato i dati del velivolo che si avvicinava normalmente alla pista di Blackbushe a un'altezza di 400 metri. Subito dopo ha fatto una rapida impennata di 175 metri per poi precipitare perdendo quota alla velocità di mille metri al secondo.

A terra non ci sono state vittime, nonostante l'aereo si sia schiantato esplodendo e abbia distrutto quindici delle auto esposte all'aperto dal concessionario, oltre che un incendio che era visibile a chilometri di distanza.

embraer_emb-505_phenom_300_-_wallner.jpeg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO