Spagna, migrante muore nascosto in una valigia

Si trovava nel bagagliaio della macchina del fratello su un traghetto partito da Melilla.

gettyimages-482324506.jpg

L'obiettivo era imbarcarsi a Melilla, città autonoma spagnola situata sulla costa orientale del Marocco, per raggiungere la costa spagnola a bordo di un traghetto. Ad aiutarlo, il fratello, nella cui macchina il 27enne marocchino deceduto si era nascosto, all'interno di una valigia nel bagagliaio.

L'auto viene regolarmente imbarcata sul traghetto, ma durante il breve tragitto il fratello si accorge che il ragazzo non sta respirando e avverte l'equipaggio; che però non riesce a rianimarlo. È avvenuta così l'ennesima morte di un migrante disperato che aveva provato a raggiungere la "terra promessa" costi quel che costi. Il fratello è stato incriminato per omicidio colposo e arrestato.

Nel frattempo non migliora la situazione a Calais, dove sono ormai 5mila i migranti accampati il più vicino possibile all'Eurotunnel con la speranza di raggiungere il Regno Unito. 1.700 migranti sono stati respinti solo la scorsa notte, mentre circa 700 sono stati bloccati già all'interno del tunnel.

Una situazione che ha convinto il governo britannico a inasprire le pene anche contro i migranti illegali che sono riusciti ad arrivare su terra d'Inghilterra. I proprietari che ospitano clandestini potrebbero subire una procedura di sfratto o cinque anni di carcere. L'obiettivo è rendere più difficile per gli immigrati provare a restare nel Regno Unito dopo la scadenza dei permessi di soggiorni o il rifiuto della richiesta di asilo politico.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO