Migranti, 49 morti nella stiva: arrestati otto scafisti | Video

Gli otto sospetti scafisti sono stati individuati grazie alle testimonianze dei superstiti e sono tutti molto giovane, uno è minorenne.

Martedì 18 agosto 2015 - La polizia e la Guardia di Finanza di Catania hanno fermato otto persone sospettate di essere gli scafisti che hanno pilotato lo scafo di 13 metri che è salpato dal porto libico di Zywara e nella cui stiva sono morte per soffocamento 49 persone. Gli otto uomini, tutti molto giovani, sono stati segnalati dagli oltre 300 superstiti, alcuni di loro famigliari delle vittime. Gli scafisti sarebbero tre marocchini, quattro libici e un siriano, quest'ultimo minorenne, affidato al centro di prima accoglienza di Catania.

Durante la conferenza stampa tenuta stamane presso gli uffici della Procura di Catania gli inquirenti hanno spiegato che su quel barcone ci sono state violenze inaudite da parte degli scafisti nei confronti dei 49 migranti che erano stati destinati alla stiva e che erano costretti a restarvi con calci, pugni e colpi in testa.

Intanto oggi sono state soccorse altre 113 persone, in gran parte di nazionalità irachena, che si trovavano su un barcone di legno tipo "caicco".

49 migranti morti nella stiva di un barcone


Barcone con 40 migranti morti soffocati

Sabato 15 agosto 2015 - La Marina Militare ha comunicato con un drammatico tweet che la nave Cigala Fulgosi oggi ha soccorso un barcone con a bordo circa 400 persone, ma almeno 40 migranti sarebbero morti nella stiva per soffocamento.

Le operazioni si salvataggio sono ancora in corso. A breve il ministro dell'Interno Angelino Alfano dovrebbe tenere una conferenza stampa al Viminale per fornire ulteriori informazioni sull'accaduto.

Il peschereccio si trovava a circa 21 miglia dalla costa libica. I militari ora stanno verificando il numero effettivo di persone presenti sul barcone e anche le squadre di medici stanno salendo sulla nave per prestare immediato soccorso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO