Marito ai domiciliari non sopporta la moglie: "Portatemi in carcere"

gettyimages-107758584.jpg

"Non sopporto più mia moglie, portatemi in carcere". È stata questa la richiesta fatta da un 40enne di nazionalità tunisina detenuto agli arresti domiciliari. L'uomo, residente nella zona di Oltrarno a Firenze, stamattina alle ore 6 ha chiamato i carabinieri facendo questa richiesta singolare, minacciando di buttarsi dal balcone qualora non fosse stato accontentato.

Quando i carabinieri sono arrivati all'indirizzo, l'uomo si è fatto trovare sulla porta di casa, vestito per uscire e con la borsa già pronta per trasferirsi in carcere. I carabinieri hanno tentato di spiegargli che non erano nelle condizioni di accontentarlo senza un provvedimento di un giudice, invitandolo dunque a rientrare nel suo appartamento. Non sono però riusciti a tranquillizzare l'uomo, che ha dato in escandescenza, intenzionato a farsi accompagnare in carcere a tutti i costi.

I carabinieri alla fine l'hanno accontentato, arrestandolo però per minacce a pubblico ufficiale proprio perché ha cercato in tutti i modi di imporre la propria volontà ai carabinieri intervenuti sul posto. La Procura di Firenze ha disposto dunque un processo per direttissima.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO