USA: 4 morti nel 2015 per peste bubbonica

gettyimages-478895016.jpg

Un anziano abitante dello Utah è morto dopo aver contratto la peste. Le autorità americane hanno deciso di aprire un'indagine sul suo decesso, al fine di accertare le origini del contagio. In questo momento l'ipotesi è che possa aver contratto la malattia da una pulce, oppure da un animale morto. Il caso è sotto esame perché nel 2015 sono state 12 le persone contagiate dal batterio Yersinia pestis tra Colorado, Arizona, New Mexico, California, Georgia e Oregon. Quattro invece le vittime a partite da aprile, di età diverse; 16, 52 e 79 anni quelle delle vittime precedenti.

Si tratta dunque del primo caso nello Utah e la particolarità è anche un'altra: le altre persone contagiate avevano visitato il parco nazionale di Yosemite ed avevano contratto il virus dopo essere stati morsi da topi o scoiattoli infetti. Non risulta invece che l'anziano si sia spostato dallo Utah di recente. Avendo il Centers for Disease Control and Prevention registrato un numero di contagi e decessi più alto del solito, ha deciso di indagare su questo caso, cercando di individuare in quale luogo e in quale circostanza l'uomo sia stato infettato.

La peste è al giorno d'oggi una malattia che si può curare con l'ausilio di antibiotici specifici, ma deve essere diagnosticata tempestivamente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO