Iraq, 18 cittadini turchi rapiti a Baghdad

Lo riferiscono fonti della sicurezza in Iraq e lo ha confermato anche il governo turco.

Baghdad

Un gruppo di uomini armati ha rapito all'alba di mercoledì 18 cittadini turchi a Baghdad, si tratta di operai e ingegneri. Si trovavano in Iraq per costruire un complesso sportivo a Sadr City, distretto suburbano di della capitale Baghdad. Stavano dormendo in alcuni caravan nella zona del cantiere, i rapitori, a volto coperto, hanno prima disarmato le guardie della sicurezza e poi li hanno prelevati e caricati su dei SUV. La notizia è stata data da ufficiali iracheni e confermata dal governo turco, il ministro degli Esteri ha aggiunto di essere in continuo contatto con le autorità irachene.

Non sono stati diffusi i nomi e le generalità delle persone rapite, il ministro ha spiegato che la decisione è stata presa per motivi di sicurezza. Un portavoce del ministro degli Interni iracheno ha spiegato che stanno investigando sul caso e un contingente di uomini è impegnato a ritrovare le tracce dei rapitori. Non sono chiari i motivi del rapimento e non sono arrivate ancora rivendicazioni. La Turchia negli ultimi giorni ha iniziato a prendere parte ai raid aerei nel nord dell'Iraq e ha offerto agli Stati Uniti l'uso delle sue basi. Contemporaneamente però ha sferrato anche altri attacchi aerei, sempre in Iraq, contro i militanti curdi del PKK. Per questo è difficile, per ora, capire chi sia dietro il rapimento.

Notizia in aggiornamento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO