Philadelphia: voleva compiere un attentato contro Papa Francesco, fermato 15enne

"Ispirato dallo Stato Islamico", ma ci sono dubbi sulla sua salute mentale.

Pope Francis arrives in Saint Peter's square for his weekly audience at the Vatican on September 2, 2015. AFP PHOTO / VINCENZO PINTO        (Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

L'Fbi ha arrestato un 15enne nei dintorni di Philadelphia per aver minacciato di voler compiere un attentato con Papa Francesco, che settimana prossima si recherà in visita negli Stati Uniti, ispirandosi allo Stato Islamico. Il tutto è avvenuto il mese scorso, ma il caso mette soprattutto in rilevanza il modo in cui l'Isis è in grado di fare breccia sui giovani attraverso l'utilizzo dei social network.

"Il minore pianificava un attacco dettagliato sul suolo degli Stati Uniti, utilizzando armi da fuoco, esplosivi e numerosi complici, prendendo di mira uno dei leader mondiale durante un evento di alto profilo", così si esprimeva una nota dell'Fbi alla vigilia di Ferragosto. Come si è scoperto oggi, il "leader mondiale" in questione era Papa Francesco.

Bergoglio, in effetti, trascorrerà i suoi ultimi due giorni negli Stati Uniti a Philadelphia. "Il ragazzo ha ottenuto via internet istruzioni su come utilizzare gli esplosivi e stava divulgando queste informazioni su internet", si legge sempre sulla nota dell'Fbi.

L'accusa nei confronti dell'adolescente è di aver provato a fornire supporto materiale a un'organizzazione terroristica e di aver tentato di procurarsi materiale a supporto di attività terroristiche. Alcune fonti, riportate dalla Abc, fanno però notare come i piani del ragazzo fossero molto velleitari e di come si tratti probabilmente di un ragazzo affetto da problemi mentali.

Al momento, si fa notare, non ci sono minacce concrete e credibili nei confronti del Papa durante la sua visita negli Stati Uniti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO