Prime pagine di oggi, mercoledì 23 settembre 2015

La rassegna stampa delle prime pagine dei quotidiani italiani a maggior diffusione in edicola stamattina.

La visita del Papa in America e lo scandalo Volkswagen catalizzano le prime pagine dei quotidiani oggi, 23 settembre 2015. Per il resto, i giornali odierni lanciano in "prima" notizie che variano da testata a testata.

La Repubblica apre con "La truffa mondiale dell'auto", con le scuse della Volkswagen e le accuse alla Merkel. Taglio destro per Bergoglio: "E il Papa disse 'Io non sono cattolico? Se volete recito il Credo'". Spazio anche alla questione migranti: Ue, intesa a maggioranza, ma l'Est non ci sta: non li prendiamo".

Il Corriere della Sera apre in taglio alto con la foto di Papa Francesco accolto da Barack Obama a Washington, e l'intervista a John Kerry: "Il Papa un argine contro le forze del caos, e l'America è con lui".

Intervista a Kerry anche su La Stampa: "Putin smetta di sostenere Assad: aiuta gli estremisti". E Papa Francesco sull'aereo: "Non sono comunista".

Il Fatto Quotidiano apre con la politica italiana: "Bavaglio a giornali e talk show. Forza Italia: Il Pd è come noi". Taglio alto per "Le spese di Marino nell'hotel di lusso a carico del Comune".

Il Manifesto apre con la morte di un bracciante del Burkina Faso in un campo del foggiano: "Fucilato sul campo".

Il Mattino ricorda la figura del giornalista Giancarlo Siani, a 30 anni dalla sua uccisione per mano della camorra: "Trent'anni dopo Giancarlo è ancora con noi". Il Messaggero: "Wolkswagen, Merkel sapeva". Il Secolo XIX titola "Kerry: Putin non sostena più Assad".

Libero sul caso Volkswagen: "Merkel al volante, pericolo costante", e la conclusione di Belpietro "Basta lezioni, è la fine del mito della Germania". Il Giornale sulla stessa linea: "I furbetti tedeschi - La Merkel ha fuso".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO