Allerta maltempo al centro-sud nel weekend: trombe d'aria e allagamenti in Sicilia

11.20 - L’ondata di maltempo, come previsto, ha colpito con potenza le Regioni del centro-sud, con conseguenze importanti, già delle prime ore di oggi, tra Sicilia e Sardegna. Una tromba d’aria si è abbattuta poco dopo le 7 di oggi su Licata e Caltanissetta, mentre la parte tirrenica della provincia di Messina sta già facendo i conti con l’esondazione di fiumi che hanno invaso box auto, cantine e abitazioni situate sul livello stradale.

A Licata la tromba d’aria ha scoperchiato tetti, distrutto i tunnel delle serre e abbattuto alberi, con gravi conseguenze, seppur momentanee, per la circolazione. Anche a Caltanissetta sono stati sradicati alberi a causa della tromba d’aria che per circa 10 minuti ha invaso la città con venti a 60 chilometri orari. Numerose le auto parcheggiate che hanno subito danni, ma per fortuna non si segnalano danni a persone.

Più grave la situazione nel Messinese, come anticipato in apertura: a Barcellona Pozzo di Gotto è tracimato il fiume Mela, mentre a Furci Siculo è stato il Pagliara ad esondare, travolgendo auto e mezzi parcheggiati.

L’ultimo bollettino emesso dalla protezione civile regionale nel pomeriggio di ieri confermava l’allerta rossa in alcuna aree della Sicilia fino alla mezzanotte di oggi:

Le criticità attese per il rischio idrogeologico e idraulico possono comportare manifestazioni localizzate o diffuse di tipo sia geomorfologico (frane, colate detritiche, ecc) che idraulico nei bacini minori (esondazioni, ecc) specialmente in caso di condizioni strutturali inadeguate dei corsi d'acqua e delle reti fognarie e in caso di beni ubicati in contesti a rischio. Le criticità attese per il rischio idraulico sono riferite ai bacini maggiori.
In occasione di significativi rovesci di pioggia, che solitamente caratterizzano i fenomeni temporaleschi (segnalati con * nei livelli di allerta), e di condizioni meteorologiche avverse, gli effetti al suolo possono risultare più gravosi del previsto con dissesti geomorfologici e piene improvvise e/o inondazioni anche nel reticolo idrografico minore e in ambito urbano.
Le operazioni effettuate dai gestori degli impianti di ritenuta possono causare fenomeni localizzati o diffusi di esondazione a valle delle dighe in relazione agli eventuali ulteriori apporti fluviali, nonché allo stato di manutenzione dei corsi d'acqua.

allerta-maltempo-sicilia.jpg

Allerta maltempo al centro-sud nel weekend

9 ottobre 2015 - Il maltempo si abbatte ancora sulla Sardegna. Da diverse ore piove in gran parte dell'isola e la situazione sembra esser destinata a migliorare. L'allerta della Protezione civile, emessa nella giornata di ieri, si aggrava e passa a criticità elevata in tutta la parte meridionale e orientale dell'isola. Le scuole sono rimaste chiuse oggi pomeriggio a Olbia, Cagliari e Nuoro, e lo saranno anche per tutta la giornata di domani.

18.40 - La Protezione Civile ha appena diramato un comunicato per annunciare l’allerta in vista dei temporali previsti per domani, allerta classificata come arancione (criticità moderata) per parte della Sardegna:

L’avviso prevede dal primo pomeriggio di domani, venerdì 9 ottobre, precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna. Dalla serata, poi, si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale sulla Sicilia, cui si accompagneranno venti forti orientali, con rinforzi di burrasca e mareggiate lungo le coste. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci intensi, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani, venerdì 9 ottobre, criticità arancione sulla Sardegna sud-occidentale e gialla sul resto dell’Isola.

La Protezione Civile ha dichiarato criticità gialla anche sulla Sicilia occidentale e sulle isole Egadi, Ustica e Pantelleria, ma anche su tutta la Calabria, sulla Puglia adriatica, sulla Basilicata, su tutti i bacini campani e sul Molise.

14.55 - Rischia di essere un weekend nero per il centro-sud del Paese a causa dell’arrivo di una perturbazione che raggiungerà il Lazio e si sposterà a sud e sulla Sardegna già dalle prime ore di domani, venerdì 9 ottobre.

La Protezione Civile non ha ancora diramato comunicati ufficiali, ma le previsioni anticipano che la giornata di sabato sarà quella più dura, con un ciclone forza 2 diffuso su tutto il Meridione. Scrive Il Meteo.it:

Forte maltempo su regioni adriatiche, diffusamente al Meridione. Attenzione alla possibilità di nubifragi intensi su molte zone, rischio di alluvioni lampo, smottamenti e frane. Forte maltempo anche in Sardegna, specie orientale, ma migliora nel pomeriggio.

E già nella giornata di domenica la situazione tornerà velocemente alla normalità - siamo pur sempre ad ottobre - con qualche rovescio sporadico e di media intensità nell’area orientale del Paese, tra Abruzzo, Marche ed Emilia Romagna.

Meteo e maltempo Italia agosto 2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO