Isis, raid aereo iracheno: dubbi sulle sorti di Abu Bakr al-Baghdadi

Le forze armate dell'aviazione irachena hanno effettuato un raid ieri a mezzogiorno, obbiettivo dell'attacco il presunto convoglio su cui viaggiava il "califfo" Abu Bakr al-Baghdadi. La colonna di macchine era nella provincia occidentale di Anbar, vicino al confine con la Siria, e si dirigeva a Karabla dove, secondo gli iracheni, era in programma un meeting tra comandanti dello stato islamico. Sulle sorti di al-Baghdadi, come già successo altre volte, però non ci sono notizie certe. In un primo momento sembrava che fosse riuscito a sfuggire ai colpi dell'aviazione, dall'Iran però questa mattina sono arrivate notizie diverse.

A riportarle l'agenzia di stato Irna, secondo la quale il leader dell'Isis sarebbe rimasto ferito. Nell'attacco avrebbero perso la vita tre uomini molto importanti all'interno dell'organizzazione. tra questi Abu Saed al-Karbuli, una delle figure più importanti dello Stato Islamic, il ceceno di nascita georgiana Abu Omar al-Shishani, figura centrale nell'arruolamento di foreign fighters, noto per la durezza nei suoi addestramenti e per la sua estrema ferocia.

Il Baghdad Information Center, un'unita di intelligence nata dall'unione di Russia, Iran, Iraq e Siria, non confermando la morte dei tre comandanti, ha però dichiarato che il al-Baghdadi è stato ferito. La notizia è stata riportata dall'agenzia di stampa russa Sputnik che ha citato proprio una dichiarazione ufficiale del Baghdad Information Center.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO