Stamina, Vannoni prosciolto: prescrizione per il reato di tentata truffa

Vannoni era accusato di aver chiesto 500mila euro alla Regione Piemonte per l'associazione Medicina Rigenerativa.

Davide Vannoni prosciolto

Il giudice Roberto Arata ha prosciolto Davide Vannoni dall'accusa di tentata truffa alla Regione Piemonte alla quale avrebbe chiesto 500mila euro per l'associazione Medicina Rigenerativa per creare un laboratorio da utilizzare per la cura delle malattie neuro degenerative con le cellule staminali.

L'accusa aveva definito Vannoni un "genio dalla condotta criminale" e il suo progetto una truffa. Il pm Giancarlo Avenati Bassi aveva chiesto due anni di carcere e aveva datato il reato al settembre 2008.

I legali di Vannoni, Pasquale Scrivo e Liborio Cataliotti, hanno invece evidenziato come la richiesta di finanziamento alla Regione Piemonte fosse stata avanzata il 14 settembre 2007 e oggi il giudice è arrivato alla conclusione che il reato è prescritto.

I legali di Vannoni hanno detto che il loro cliente ora considera chiusa l'esperienza Stamina anche se "non c'era alcun intento truffaldino da parte sua". Ricordiamo che qualche mese fa Vannoni ha patteggiato un anno e 10 mesi con la sospensione condizionale in un altro procedimento in cui era indagato per somministrazione di farmaci imperfetti, esercizio abusivo della professione medica e violazione della legge sulla privacy.

Era lo scorso marzo e i due legali dicevano che Davide Vannoni aveva ancora degli studi in corso sulla medicina rigenerativa e avevano anche intenzione di chiedere una revisione di quel processo. Oggi, invece, oltre a dichiarare completamente chiuso il progetto Stamina, hanno anche annunciato che Vannoni ha rinunciato al ricorso in Cassazione che avrebbe dovuto ridiscutere domani il suo procedimento.

Foto © Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO