Usa, Ohio: Primo Stato a respingere la legalizzazione della marijuana

Products are displayed for sale at Oregon's Finest, a marijuana dispensary in Portland, Oregon, on October 4, 2015. As of October 1,2015  limited amounts of recreational marijuana became legal for all adults over the age of 21 to purchase in the state of Oregon. AFP PHOTO/JOSH EDELSON        (Photo credit should read Josh Edelson/AFP/Getty Images)

L'Ohio è il primo Stato americano ad opporsi alla legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo e medico. Il referendum, che si è tenuto ieri, ha offerto un risulto molto chiaro in merito. Il 65% degli elettori ha respinto la proposta, mentre solo il 35% si è mostrato favorevole.

Lo Stato del Midwest è in controtendenza rispetto alle ultime consultazioni tenutesi sulla legalizzazione della cannabis. A tale riguardo, ricordiamo che Colorado, Washington, Oregon, Alaska e District Columbia avevano già dato il loro assenso alla norma che prevede che adulti di 21 anni (e oltre) possano fare uso, acquistare o coltivare una certa quantità di marijuana.

Il risultato referendario rappresenta un duro colpo per il mondo dell'imprenditoria dell'Ohio. Questa era pronta, con un'iniezione da 23,5 milioni di dollari, ad aggiudicarsi le rivendite di marijuana. E forse è stato proprio questo uno degli aspetti che ha danneggiato i sostenitori del si.

In Ohio, in base ad un emendamento presentato, a differenza che in altri Stati, si perseguiva un approccio monopolistico sulla legalizzazione. L'industria della marijuana sarebbe finita infatti nelle mani di pochi individui facoltosi. Alcune corporation avrebbero avuto diritti esclusivi per la coltivazione delle piante ad uso commerciale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO