Giordania, Amman: ufficiale uccide due militari Usa, un sudafricano e tre civili

AMMAN, JORDAN - MARCH 26:  A general view of the city of Amman at twighlight on March 26, 2013 in Amman, Jordan.  (Photo by Adam Pretty/Getty Images)

17.20 Secondo alcune fonti che sono rimaste anonime, nella caserma di Mawqar, le vittime sarebbero 6 in tutto. Due militari Usa, un sudafricano e tre civili. Il movente che ha spinto il capitano della polizia giordana, Anwar Abu Zayd, ad aprire il fuoco è per il momento ignoto. Ricordiamo che il killer è stato a sua volta ucciso.

Aggiornamento 16.00 - Secondo Al Arabya, ci sarebbe un'altra vittima: un traduttore. Così il bilancio dei morti sale a quattro. Intanto, il portavoce del governo giordano, Mohammed Momani, ha confermato che l'aggressore ha ferito anche due istruttori americani e quattro giordani durante la pausa pranzo, prima di essere a sua volta ucciso dai colleghi della polizia, presso il centro di Al-Mowaqqar.


In un comunicato, il portavoce del Dipartimento di Stato, John Kirby, ha reso noto che gli Usa: "sono in contatto con le autorità giordane competenti, che hanno offerto il loro pieno sostegno".

9 novembre 2015 - Nei pressi della capitale della Giordania, Amman, due militari statunitensi e un sudafricano sono stati uccisi. A compiere il delitto, secondo le prime ricostruzione, sarebbe stato un capitano della polizia giordana, che avrebbe agito durante l'addestramento di quadri delle forze di sicurezza. A sua volta, l'attentatore è stato ucciso.



Nella dinamica sono state coinvolte altre sei persone, due americani e di quattro giordani, che sono rimaste gravemente ferite. Il nome dell'omicida corrisponderebbe a quello di Anwar Abu Zayd. Quest'ultimo era un importante membro di dei clan del posto ed era tra gli istruttori impegnati nella caserma di Mawqar, in una zona periferica della capitale. La struttura, finanziata dagli Stati Uniti, è dedicata all'addestramento di alcune forze irachene e palestinesi.

A destare alcuni sospetti sul movente è la ricorrenza nel quale è accaduto l'attentato. Oggi, infatti, è il decimo anniversario delle azioni suicide di al Qaeda contro tre alberghi di lusso di Amman. In quell'occasione, morirono decine di persone e fu il più sanguinoso attacco messo a segno dagli uomini di Bin Laden contro la Giordania, storico alleato della Casa Bianca.

Per il momento nessuna organizzazione ha rivendicato l'attentato.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO