Australia, studenti di colore cacciati dall'Apple Store

I dipendenti temevano che volessero rubare qualcosa. E dopo arrivano le scuse.

Australia, sei studenti si recano in un Apple Store nella periferia di Melbourne. Ma c'è un piccolo particolare: i sei ragazzi sono di colore. E pare che sia proprio per questa ragione che un dipendente del negozio li ha avvicinati chiedendo loro di andarsene: "Alcune persone sono preoccupate dalla vostra presenza, temono che vogliate rubare qualcosa".

"Perché dovremmo rubare qualcosa?", chiede uno dei ragazzi, mentre un altro riprende tutta la scena. "Fine della discussione", risponde il dipendente, "dovete andarvene dal negozio".

Il tutto è avvenuto nella mattinata di martedì nel Highpoint Shopping Centre di Maribyrnong, vicino a Melbourne. Subito dopo l'accaduto, uno degli studenti, Francis Ose, ha postato il video sulla sua pagina Facebook, facendo anche sapere che avevano già ricevuto le scuse da parte dell'Apple Store.

"L'inclusione e la diversità fanno parte dei valori fondanti di Apple. Crediamo nell'eguaglianza di tutti indipendentemente dalla razza, dal genere, dall'età, dalle preferenze sessuali". Resta da capire allora come sia potuto accadere quanto si vede nel video.

Uno dei ragazzi, interpellati da una televisione australiana, ha detto: "Non potevo credere a quello che stavo sentendo. Eravamo un gruppo di giovani adolescenti neri, e sarà anche vero che spesso gli adolescenti fanno cose stupide, ma comunque non può appiccicare a tutti i ragazzi nero questo stereotipo".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO