Marsiglia, prof ebraico accoltellato da aggressori con maglietta dell’Isis

An Ethiopian Israeli protestor wears a kippah, the traditional Jewish skullcap for men, during a demonstration in a street of the Israeli city of Kiryat Gat on May 4, 2015. Israel pledged to crack down on racism and discrimination against Ethiopian Jews as officials sought to ease tensions after a series of angry protests over police brutality.  AFP PHOTO / THOMAS COEX        (Photo credit should read THOMAS COEX/AFP/Getty Images)

A Marsiglia, la città più multietnica di Francia, un insegnante di una scuola ebraica è stato aggredito da tre uomini che prima lo hanno attaccato verbalmente rivolgendogli degli insulti antisemiti, poi, lo hanno accoltellato. L’uomo è stato colpito a un braccio e a una gamba ma non si trova in pericolo di vita. Secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti, uno degli aggressori indossava una maglietta con i simboli dell’Isis e gli autori dell’aggressione si sono dileguati a bordo di due scooter dopo l’arrivo di una pattuglia.

Secondo quanto riferito dal professore, gli aggressori avrebbero avvicinato il prof verso le 19.50, a bordo di due scooter: uno gli avrebbe mostrato la maglietta inneggiante l’Isis, l’altro una foto di Mohamed Merah, il killer in scooter che nel 2012, nei pressi di Tolosa, uccise sette persone (fra cui tre bambini ebrei).

A evitare il peggio è stato l’arrivo di una pattuglia della polizia che ha interrotto l’aggressione, facendo scappare i tre assaltatori. Al momento dell’agguato la vittima indossava una kippa, il copricapo ebraico, e stava rientrando a casa dal centro comunitario di Yavné che comprende una sinagoga e una scuola ebraica.

In queste ore la polizia sta ricercando i tre autori dell’aggressione con grande dispiegamento di mezzi.

Via | Le Monde

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO