Egitto, bombe in un hotel in Sinai

13:53 - Lo Stato Islamico ha rivendicato l'attentato di questa mattina nel nord del Sinai: secondo una prima ricostruzione dell'attacco una sparatoria si sarebbe verificata tra la sicurezza e gli attentatori che si trovavano all'interno dell'auto, prima che questa raggiungesse l'albergo. Poi la vettura sarebbe esplosa. La rivendicazione è stata fatta su Twitter attraverso il gruppo affiliato a IS in Egitto Wilayat Sinai.

10:42 - Secondo l'agenzia stampa Mena sarebbe salito a 4 morti il bilancio della doppia esplosione nel nord del Sinai, mentre il bilancio dei feriti sarebbe di 14 persone, di cui 2 civili.

L'esplosione dell'autobomba ha mandato in frantumi i vetri della facciata dello Swiss Inn Hotel, con danni ai muri della struttura: secondo una prima ricostruzione dell'attacco riportata dall'agenzia Ansa una sparatoria si sarebbe verificata tra la sicurezza e gli attentatori che si trovavano all'interno dell'auto, prima dell'esplosione della vettura.

24 novembre 2015, ore 09:07 - Questa mattina una forte esplosione provocata da due bombe in Egitto, proprio di fronte allo Swiss Inn Hotel di Al-Arish, nel nord del Sinai, ha provocato almeno un morto e numerosi feriti: nella struttura alloggiavano alcuni giudici incaricati di monitorare le elezioni parlamentari in corso in Egitto. A riferirlo è la tv di Stato egiziana.

Secondo quanto confermato telefonicamente al Sole24Ore da Mohamed Khalaf, un ufficiale del North Sinai Security Directorate, l'esplosione ha coinvolto anche due magistrati presenti nell’albergo e almeno altre dieci persone.

Al momento l’attentato non è stato rivendicato ma si sospetta che la matrice possa essere jihadista: nella Penisola del Sinai è infatti attiva la "Provincia del Sinai", cellula locale del Daesh che ha condotto, anche recentemente, numerosi attacchi simili nella regione, con l’obiettivo di rovesciare il governo egiziano. La stessa organizzazione che ha proclamato lapropria responsabilità nell’attentato all’areo russo precipitato lo scorso mese dopo il decollo dal Sinai Red Sea Resort di Sharm El-Sheikh. Nell’esplosione erano rimaste uccise 224 persone.

L'attentato di questa mattina avviene il giorno dopo la chiusura delle urne per la seconda tornata elettiva delle elezioni parlamentari del paese nordafricano.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO