Prime pagine di oggi, sabato 28 novembre 2015

Sono ancora le conseguenze degli attentati di Parigi e le tensioni tra Turchia e Germania a dominare le prime pagine dei quotidiani in edicola oggi, sabato 28 novembre.

Corriere Della Sera affianca la commemorazione di ieri a Parigi, Tricolore e Marsigliese, il nuovo patriottismo francese, alle tensioni tra Erdogan e Putin dopo l’abbattimento del jet russo da parte della Turchia.

Terrorismo e lotta all’ISIS anche in La Repubblica, che titola “Putin: alleanza anti-IS a guida USA. Italia, controlli su chat e playstation”. La Stampa si concentra su Russia e Turchia, con la tensione ormai alle stelle: “Putin-Erdogan, è guerra fredda. No all’incontro, scambi d’accuse”.

Apertura simile anche per Il Messaggero, “Russia-Turchia, accuse e minacce”, e Il Secolo XIX, Gelo Putin-Erdogan, Mosca ferma i turchi, mentre Il Manifesto si concentra sulle commemorazioni di Parigi, spiegando nell’occhiello: “Con un lungo minuto di silenzio, Parigi ha reso omaggio alle 130 vittime dell’attacco terroristico del 13 novembre”.

Il Mattino dà l’addio a Luca De Filippo, scomparso all’età di 67 anni, e dà conto delle minacce tra Russia e Turchia. Si parla di guerra anche su Il Fatto Quotidiano, ma di quella con Renzi e i suoi del PD.

I quotidiani più orientati verso destra proseguono con la loro politica xenofoba. Il Giornale titola “Arresi al Califfo. Natale chiuso per Islam”, dando conto di una scuola milanese in cui la festa è stata spostata in nome della laicità. Titolo simile anche per Libero: Non arrendiamoci. Più presepi, meno Imam, che parla della stessa scuola, sottolineando come si tratti di un comportamento inaccettabile.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO