Prime pagine di oggi, venerdì 4 dicembre 2015

I principali quotidiani italiani, per le prime pagine di oggi, venerdì 4 dicembre 2015, danno ampio risalto alla strage di San Bernardino, in California: ancora da chiarire se i due attentatori avessero legami con il terrorismo islamista. Poi spazio alle decisioni della Banca Centrale Europea, Mario Draghi ha annunciato il taglio del tasso di interesse sui depositi di 10 punti base e l'estensione del Quantitative Easing fino al 2017.

Il Corriere della Sera apre con la strage in California: "Strage, si indaga per terrorismo". L'articolo di fondo è dedicato alla strategia statunitense in Medio Oriente, e porta la firma di Angelo Panebianco: "Il ruolo offuscato degli Usa". Al centro, il quotidiano di via Solferino si sofferma sulle scelte della Bce: "Il paracadute di Draghi resterà aperto fino al 2017".

La Repubblica titola "La Bce taglia i tassi. 'Faremo di più' I mercati delusi". Il giornale diretto da Ezio Mauro dà risalto anche ai risvolti della strage in America: "Usa. l'ombra del terrorismo dietro il ragazzo assassino". L'articolo di spalla, invece, è dedicato ai cambiamenti climatici: "Istruzione per l'uso del clima impazzito".

Anche La Stampa apre con "L'ombra del terrorismo sulla strage in California". Il quotidiano di Torino si sofferma inoltre sulle novità annunciate dalla Bce: "Draghi va avanti ma per le borse aiuti insufficienti". Al centro, viene presentato un approfondimento sul teatro di guerra libico: "Droni, navi e uomini: i piani per la Libia".

Il Fatto Quotidiano, in controtendenza rispetto alle altre testate, apre con lo scandalo sul complesso logistico Pio IX a Roma, che ospita il Circolo ufficiali e la moderna foresteria dell’Esercito. A tale riguardo il giornale di Marco Travaglio titola: "Alfano la sezione Ncd in caserma, tra feste, imbucate e mozzarelle". Al centro, spazio alla guerra civile yemenita e alla vendita di armi all'Arabia Saudita da parte dell'Italia: "2 mila ammazzamenti in Yemen: le armi sono made in Italy".

Il Manifesto titola "La Guerra persa", in riferimento alle difficoltà incontrate da Barack Obama, durante la sua presidenza, di rendere illegale la vendita di armi negli Usa. Alla strage di San Bernardino è dedicato l'articolo di fondo di Guido Moltedo: "Due americhe e un clown fascista". Al centro, le tensioni Russia-Turchia: "Putin blocca il gasdotto E Pamuk attacca Erdogan".

Il Giornale apre con l'annunciato raddoppio della tobin tax: "Renzi prepara una nuova tassa".Libero, invece, sceglie come titolo principale: "Toh, i terroristi erano islamici".

Il Secolo XIX, giornale ligure, Il Gazzettino, quotidiano del Nord-Est, e La Gazzetta del Mezzogiorno aprono rispettivamente con: "Strage in California 'Forse è terrorismo'"; "Strage in Usa. Fbi: E' terrorismo"; "Taroccato l'olio pugliese" (in riferimento ad una indagine sullo smaltimento di ulivi infetti).

Anche L'Unità, quotidiano del Partito Democratico, sceglie di aprire con la strage americana: "Incubo americano"

Avvenire, giornale cattolico, titola: "L'America delle armi nel tunnel dell'orrore".

rassegna.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO