Francia, torna la paura dell'Aviaria

Il primo focolaio in otto anni è stato individuato tra il pollame di una famiglia di Biras.

francia aviaria 2015

In Francia, a distanza di otto anni dall'ultima emergenza, si torna a parlare di influenza aviaria. E potrebbe non trattarsi di una cosa di poco conto, visti anche i primi segnali: ben otto paesi hanno sospeso le importazioni dal più grande paese agricolo dell'Unione Europea (Giappone, Marocco, Corea del Sud, Cina, Thailandia, Egitto, Algeria e Tunisia).

Il nuovo focolaio del virus H5N1 è stato rilevato nel sud-ovest della Francia, dove ha ucciso 22 sui 32 polli che venivano allevato nel cortile di una famiglia di Biras, che si trova nella regione di Perigord. È la prima volta dal 2007 che la Francia viene colpita dal virus.

Qualche avvisaglia, comunque, c'era già stata, visto che la scorsa settimana il ministro dell'Agricoltura Le Foll aveva chiesto che venisse attivato il piano nazionale di intervento sanitario, ragion per cui erano state erette zone di protezione a 3 e 10 chilometri dal focolaio.

La cosa più probabile è che non ci siano rischi potenziali per l'uomo. In ogni caso, gli esperti del dipartimento francese che si occupa di alimentazione nazionale sono stati riuniti per assicurarsi che le contromisure vengano prese tempestivamente.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO